10 febbraio 2010 / 11:55 / 8 anni fa

Borsa Milano accelera su attesa salvataggio Grecia, rally banche

MILANO, 10 febbraio (Reuters) - Piazza Affari si rafforza e consolida i progressi, spinta, secondo gli operatori, dalle indiscrezioni sul piano di aiuti alla Grecia.

“La Germania è scesa in campo con forza”, nell‘opinione di un dealer, “e questo ha provocato un‘accelerazione delle borse”. A beneficiarne sono soprattutto le banche, il cui peso fa sì che il listino di Milano sia il migliore in Europa.

I trader, peraltro, parlano di “rimbalzo” e pongono l‘accento sui “volumi molto bassi”. I fondi internazionali, dice un dealer, “restano alla finestra”.

Attorno alle 12,45, l‘indice FTSE Mib .FTMIB guadagna il 2,5% circa, l‘AllShare .FTITLMS il 2,4% circa e il Mid Cap .FTITMC il 2% circa. Volumi per un controvalore di circa 1,4 miliardi di euro. I futures sugli indici di Wall Street sono positivi.

* Rimbalzo convinto delle banche: il paniere europeo .SX7P sale di circa tre punti percentuali. A Milano, UNICREDIT (CRDI.MI) e INTESA SANPAOLO (ISP.MI) avanzano del 4% circa. Spunti per POP MILANO PMII.MI, BANCO POPOLARE BAPO.MI, MEDIOBANCA (MDBI.MI) e MEDIOLANUM MED.MI.

* FIAT FIA.MI rivede il segno più dopo varie sedute in ribasso. “E’ un rimbalzo atteso”, sostiene un dealer. “C’è uno scoperto enorme”. L‘annuncio che il governo non intende erogare altri incentivi al settore auto, secondo l‘operatore, “era scontato”. Al contrario, a suo dire, “i problemi di Toyota e Honda potrebbero avere un impatto positivo su Fiat”. Tonica la controllante EXOR (EXOR.MI).

* Nel comparto automotive, LANDI RENZO (LR.MI) lascia sul terreno oltre il 3%. Il gruppo produce impianti per la conversione a Gpl e metano dei motori a benzina, operazione che verrebbe penalizzata dalla cancellazione degli incentivi.

* TELECOM ITALIA (TLIT.MI), dopo essere arrivata a segnare un balzo di oltre tre punti percentuali, rallenta, pur restando positiva. Il titolo del gruppo guidato da Franco Bernabè è sostenuto dalle indiscrezioni di stampa su una prossima fusione con Telefonica (TEF.MC). I trader evidenziano che “il mercato sembra credere all‘operazione”. Un operatore evidenzia l‘andamento delle risparmio (TLITn.MI) (oltre +3%) e riferisce che oggi sul mercato “si è tornato a parlare dell‘ipotesi di conversione”.

* Brillante STMICROELECTRONICS (STM.MI): Micron Technology (MU.O) ha acquisito Numonyx Holdings, la joint venture creata dal gruppo italo-francese con Intel Corp (INTC.O) e Francisco Partners, per 1,27 miliardi di dollari. STM ha incassato una sopravvenienza di circa 280 milioni di dollari. Fuori dal paniere principale, EEMS (EEMS.MI), altro produttore di chip, balza del 5% circa.

* Tonica BULGARI BULG.MI: S&P Equity Research ne ha alzato il target price, pur confermando “sell”.

* SAIPEM (SPMI.MI), che comunicherà oggi i risultati 2009, è in linea con il mercato. Il consensus degli analisti parla di ricavi pari a 10,19 miliardi ed Ebitda di 1,559 miliardi.

* Attesi per oggi anche i risultati 2009 di SNAM RETE GAS (SRG.MI), che guadagna lo 0,8% circa. Il consensus vede ricavi pari a 2,468 miliardi e un Ebitda di 1,901 miliardi.

* Bene ENEL (ENEI.MI), nella giornata in cui la Consob ha dato l‘ok al bond retail da 2 miliardi, estendibile a 3 miliardi.

* Poco mossa PRYSMIAN (PRY.MI). La concorrente francese Nexans (NEXS.PA) ha chiuso il 2009 con utili in calo e preannunciato una prima parte dell‘anno in corso con una domanda ancora debole. Mediobanca ha tagliato il rating a “neutral” da “outperform”.

* Rimbalzi per le società più penalizzate nei giorni scorsi: MEDIASET (MS.MI), IMPREGILO IPGI.MI e GENERALI (GASI.MI).

* Fra le mid cap, ASTALDI (AST.MI) prosegue la corsa cominciata ieri, dopo la pubblicazione dei risultati 2009 e le parole dell‘AD sullo scorporo dell‘attività di concessioni.

* Tonica ANTICHI PELLETTIERI AP.MI: il cda ha approvato le linee guida di un accordo con le banche sulla ristrutturazione del debito.

* Ancora in denaro le società legate alla produzione di energia da fonti rinnovabili, ERGYCAP (ECY.MI) e PRAMAC PRAM.MI in particolare.

* LAZIO (LAZI.MI) debole nella giornata in cui è stato ufficializzato il cambio sulla panchina biancoceleste, con Edi Reja che subentra a Davide Ballardini.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below