3 febbraio 2010 / 10:24 / tra 8 anni

Borsa Milano torna in lieve rialzo, peggiora Telecom

MILANO, 3 febbraio (Reuters) - Piazza Affari inverte il senso di marcia e si porta in territorio moderatamente positivo intorno a metà mattinata. La borsa milanese aveva in realtà già segnato rialzi di breve durata in apertura, passando poi rapidamente in rosso. L‘andamento di Milano rispecchia l‘inversione di tendenza che accomuna le maggiori piazze europee.

Nel corso del mattino si fa più consistente il calo di Telecom Italia (TLIT.MI), ieri regina della Borsa e oggi in calo accentuato, arrivato a oltre quattro punti percentuali.

“Direi che siamo in presenza di una voglia di consolidare i rialzi di ieri”, commenta un trader. “Difficile ipotizzare grossi spunti in una giornata così, ma vediamo lo svolgersi degli eventi nel corso della seduta, compresa l‘apertura in America”.

Intorno alle 11,10 l‘indice FTSE Mib .FTMIB è in leggero rialzo a +0,23%, l‘AllShare .FTITLMS guadagna lo 0,16% mentre il Mid Cap .FTITMC, in controtendenza, cede lo 0,15%.

I volumi si attestano a 845 milioni di euro.

* Peggiora TELECOM ITALIA (TLIT.MI), che poco dopo le 11 scambia intorno al -3,4% dopo essere arrivata a cedere oltre il 4%. Ieri il titolo ha messo a segno un rally che l‘ha spinto fino al +6% di chiusura, forte delle voci che parlavano di un assenso del governo italiano alla fusione con Telefonica (TEF.MC), nonstante fin dalla mattinata fosse giunta la smentita del governo.

“Telecom è un po’ realizzata al momento, direi che non è strano dopo il rally di ieri”, commenta un trader. Se il -2% dei primi scambi pareva una “micro-correzione” e dava credito alle voci di fusione, prosegue il trader, “ora pare che sui mercati ci sia chi dubita”.

* Generalmente positive, con rialzi di entità variabile, le banche. Bene UNICREDIT (CRDI.MI) oltre il +1%, solida anche BANCO POPOLARE BAPO.MI che sale dello 0,6%, più modesti i rialzi degli altri istituti, mentre il settore a livello europeo .SX7P guadagna lo 0,8%.

In controtendenza MEDIOBANCA (MDBI.MI), anch‘essa spinta ieri da voci di fusione, in questo caso con Generali (GASI.MI). Piazzetta Cuccia perde oggi lo 0,4% circa.

* Bene MEDIOLANUM MED.MI, tra i migliori titoli del paniere principale. “Un titolo che riprende qualcosa dopo un paio di performance non brillanti”, commentano da una sala operativa.

* Buoni rialzi anche per ANSALDO STS (STS.MI), che si è aggiudicata una commessa da 180 milioni per la metropolitana di Copenaghen.

* Fuori dal paniere princiale, in forte calo INDESIT IND.MI, che cede oltre il 4% nel giorno in cui la concorrente Electrolux (ELUXb.ST) cede il 13% dopo aver mancato le stime del mercato sugli utili dell‘ultimo trimestre 2009, annunciando inoltre di non vedere segni di ripresa nel 2010. “I dati di Electrolux sono brutti e quello che Electrolux dice sul suo mercato è lo scenario”, commenta un trader.

* Forte anche RECORDATI (RECI.MI), che guadagna il 3,6% dopo l‘autorizzazione Ue a mettere in commercio le specialità farmaceutiche Urorec e Silodyx.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below