1 febbraio 2010 / 10:19 / 8 anni fa

Borsa Milano stabilizza cali, giù Tenaris su guidance 2010

MILANO, 1 febbraio (Reuters) - Piazza Affari arresta la discesa poco oltre il mezzo punto percentuale, dopo avere sfiorato cali dell‘1%, mentre tra le variazioni nel paniere principale si allarga la macchia nera a scapito del rosso.

L‘andamento di Piazza Affari sembra reagire a un‘inversione di tendenza che tocca tutte le borse a livello europeo, con Londra e Francoforte che passano in attivo a metà mattinata e Parigi che si riporta vicino alla parità.

Pesano su Milano alcune blue chip ancora deboli, in particolare Tenaris (TENR.MI), oggi tra i peggiori titoli del Vecchio Continente a causa dei timori sull‘outlook 2010 sollevati da un articolo del Sole 24 Ore.

“L‘andamento oggi è molto incerto”, osserva un trader. “Siamo arrivati su livelli che farebbero prevedere un rimbalzo, ma i gestori sono scoraggiati dal vedere il protrarsi del calo, spesso un calo indifferenziato tra i settori”.

Intorno alle 11,15 l‘indice FTSE Mib .FTMIB perde lo 0,60%, l‘AllShare .FTITLMS cede lo 0,59% e il Mid Cap .FTITMC lo 0,19%.

I volumi valgono circa 660 milioni di euro.

* Accentua le perdite TENARIS (TENR.MI), peggior titolo del paniere principale con un calo del 3,6% circa. Un trader cita la reazione dei mercati alla “Lettera all‘investitore” del Sole 24 Ore di ieri. Il quotidano, che ha incontrato l‘AD Paolo Rocca, vede un 2010 in linea con il 2009 a livello di risultati, una prospettiva deludente dato che il consensus attuale, osserva un analista, prevede utili 2010 in rialzo n analista +10-15%.

* Tonica BANCO POPOLARE BAPO.MI a +1,6%. La banca, che durante l‘assemblea di sabato ha approvato l‘emissione di un prestito obbligazionario convertibilie fino a un valore massimo di 1 miliardo di euro, ha confermato per bocca dell‘AD Pier Francesco Saviotti l‘arrivo di un dividendo, anche se di importo contenuto.

* Miste le altre banche, con UNICREDIT (CRDI.MI) e UBI BANCA (UBI.MI) a cedere l‘1% nel primo giorno post-aumento, un calo analogo a quello di MEDIOBANCA (MDBI.MI). Positiva POPOLARE MILANO PMII.MI, piatta INTESA SANPAOLO (ISP.MI). Lo stoxx europeo .SX7P è poco mosso, dopo avere perso per gran parte della mattinata. “Il settore bancario al momento appare come un‘anomalia in Europa, dove perde a differenza di quanto ha fatto negli Stati Uniti”, dice un trader.

* Cede oltre il 2% TELECOM ITALIA (TLIT.MI), con un trader che cita la scarsa chiarezza sulle prospettive per gli assetti proprietari e il perdurare di tensioni circa le sorti di Telecom Argentina come fattori di preoccupazione per gli investitori.

* Positivi i difensivi, con ATLANTIA (ATL.MI), TERNA (TRN.MI), SNAM RETE GAS (SRG.MI), CIR (CIRX.MI) tra lo 0,5% e l‘1,5% di rialzo.

* Male FIAT FIA.MI a -0,6% mentre il settore auto in Europa .SXAP guadagna lo 0,5%.

* Fuori dal paniere principale, brilla SEAT PAGINE GIALLE PGIT.MI, che ha accumulato perdite consistenti nelle sedute passate, nonostante il taglio di target price da parte di un broker italiano.

* Vola a +7% TERNIENERGIA (TRNI.MI), che annuncia oggi l‘avvio dei lavori per 10 nuovi impianti fotovoltaici nel centro-sud Italia.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below