25 gennaio 2010 / 16:56 / 8 anni fa

Borsa Milano chiude vicina a minimi seduta, pesante Fiat

MILANO, 25 gennaio (Reuters) - Uno scivolone generale di tutti i mercati europei nel pomeriggio accompagna Milano vicino ai minimi di seduta in chiusura, con una flessione degli indici che sfiora il punto percentuale.

Nella prima parte della seduta Milano aveva sperimentato anche dei guadagni, poi dal primo pomeriggio è iniziata la discesa. Fanalino di coda del listino principale è Fiat che subisce risultati in parte deludenti per il mercato.

Le borse si sono indebolite soprattutto dopo il dato americano sul mercato immobiliare a dicembre, peggiore delle attese, anche se Wall Street mostra una certa tenuta dopo tre sedute consecutive al ribasso.

Nel listino delle blue chip in luce alcuni titoli, come Ansaldo STS e Bulgari, mentre a livello di comparti si mostrano incerti i bancari e gli energetici.

L‘indice FTSE Mib .FTMIB chiude con una flessione dello 0,86% vicino ai nuovi minimi dell‘anno. L‘AllShare .FTITLMS perde lo 0,74% mentre il Mid Cap .FTITMC guadagna lo 0,69% con alcuni titoli in evidenza come Credem (EMBI.MI). Volumi, non definitivi, per 2,5 miliardi di euro.

* FIAT FIA.MI chiude pesante con una flessione che sfiora il 4%. I trader citano un po’ di delusione per alcuni dati di bilancio, diffusi oggi, e l‘incertezza sul futuro legata agli incentivi. Decisamente migliore la controllata Usa CNH CNH.N che a Wall Street balza del 2,6% dopo i suoi dati. FIAT risp FIAr.MI in calo del 3%, mentre le priv FIA_p.MI sono salite dello 0,78%.

* Tra i bancari generalmente deboli (piatti in Europa .SX7P) tonica POP MILANO PMI.MI che rimbalza di oltre l‘1% dopo la delusione del mercato per il piano industriale della scorsa settimana e nonostante il taglio del target price di Deutsche Bank a 5,4 da 5,7 euro.

* Debole ATLANTIA (ATL.MI). Note di Sintonia ed Edizione hanno negato l‘esistenza di iniziative o mandati finalizzati a un progetto di fusione tra Atlantia, Gemina GEMI.MI e Abertis (ABE.MC).

* Rally per BULGARI BULG.MI (+2,4%) dopo i forti cali dell‘ultima seduta. A favorire gli acquisti oggi il giudizio positivo di Goldman Sachs che ha alzato il target price a 8,50 da 7,70 euro con rating “buy”. Giovedì la maison romana comunicherà i ricavi 2009.

* Acquisti su ANSALDO STS (STS.MI) (+2,5%) senza che giungano motivazioni dalle sale operative.

* Deboli come in Europa .SXEP gli energetici ENI (ENI.MI) (-0,9%) e SNAM RETE GAS (SRG.MI) (-0,5%).

* Lettera su TELECOM ITALIA (TLIT.MI). Citigroup ha tagliato il giudizio a “hold” da “buy”. Il titolo ritraccia anche dopo i rialzi di venerdì sulle ipotesi stampa di una fusione tra Telco e Criteria CRIT.MC, controllata dalla banca spagnola Caixa, smentita poi dai soci italiani di Telco e della stessa Telefonica.

* Positiva LUXOTTICA (LUX.MI). A mercati chiusi diffonderà al mercato i dati sulle vendite nel 2009.

* Negativa STM (STM.MI) che in settimana diffonderà i risultati mentre stasera, a mercati chiusi, sarà la volta della concorrente Texas Instruments. Nomura - giudizio “buy” - si attende una sopresa in positivo dai dati Stm.

* Tra i minori, balza del 19% FILATURA DI POLLONE FLTP.MI. Il presidente, l‘AD e tre consiglieri della società tessile si sono dimessi dopo che venerdì 22 l‘Istituto ligure immobiliare (Ilm) è diventato il nuovo azionista di maggioranza relativa.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below