18 gennaio 2010 / 10:11 / 8 anni fa

Borsa Milano azzera rialzo iniziale, bene Telecom, banche miste

MILANO, 18 gennaio (Reuters) - Il tentativo iniziale di rimbalzo di Piazza Affari si esaurisce velocemente e gli indici, dopo un‘incursione in territorio negativo, galleggiano intorno alla parità, restando un passo indietro rispetto alle altre borse europee.

“Qualche titolo più pesante nel nostro listino, come Unicredit e Eni, è in leggero calo e quindi facciamo un po’ peggio degli altri”, commenta un trader ricordando anche la chiusura odierna per festività dei mercati Usa, responsabile di un‘attività europea sotto tono.

Intorno alle 10,45 l‘indice FTSE Mib .FTMIB avanza di un frazionale 0,03%, l‘Allshare .FTITLMS dello 0,04% e il Mid Cap .FTITMC dello 0,23%. Volumi per circa 500 milioni di euro.

In Europa il benchmark Dj Stoxx 600 sale dello 0,56%.

* TELECOM ITALIA (TLIT.MI) conferma la buona intonazione iniziale con un rialzo dell‘1% circa in attesa di sviluppi sul fronte Argentina. La Corte d‘Appello di Buenos Aires ha sospeso il provvedimento dell‘antitrust locale che consente all‘autorità di intervenire in modo attivo sul processo di vendita da parte di Telecom Italia della sua partecipazione in Sofora.

* BULGARI BULG.MI, tra i migliori già nella seduta di venerdì, guadagna un altro 1%. Oggi Richemont CFR.VX, il gruppo svizzero proprietario anche degli orologi Cartier, ha riportato vendite trimestrali superiori alle attese, grazie al periodo natalizio.

* Tra le banche, in moderato denaro a livello europeo, MEDIOBANCA (MDBI.MI) e POP MILANO PMII.MI salgono di circa mezzo punto percentuale mentre UNICREDIT (CRDI.MI) cede lo 0,2% e BANCO POPOLARE BAPO.MI lo 0,7%.

* Tra i titoli con maggior peso nel nostro listino è debole anche ENI (ENI.MI), in calo dello 0,4% in un comparto oil europeo in moderato rialzo.

* In lettera STM (STM.MI), fanalino di coda del paniere principale con un calo dell‘1%.

* Fuori del FTSE Mib prosegue con +3% la corsa di INDESIT IND.MI, già protagonista della seduta di venerdì sui segnali di miglioramento delle vendite al dettaglio nel mercato chiave della Gran Bretagna.

* Uno spunto positivo arriva anche da TISCALI (TIS.MI), in rialzo dell‘1,8%. In un‘intervista alla stampa nel weekend il presidente e AD Renato Soru ha detto che il gruppo è impegnato a rispettare il piano industriale 2009-2013 e a “fare di meglio”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below