13 gennaio 2010 / 16:57 / 8 anni fa

Borsa Milano in leggero rialzo, bene Tenaris, Impregilo

MILANO, 13 gennaio (Reuters) - Piazza Affari chiude in leggero rialzo con qualche spunto sui singoli titoli in un mercato in fase di stallo.

Nessuna indicazione da Wall Street, poco mossa dopo la partenza debole della stagione dei risultati ieri.

“Il tono è positivo, tendiamo sempre a macinare tutte le cose negative molto rapidamente”, dice un dealer. “In questi giorni la volatilità è scesa molto. Il mercato è lungo come azioni, ma non ci sono motivi per vendere. Quindi si tengono le posizioni”.

L‘indice FTSE Mib .FTMIB chiude in rialzo dello 0,32%, l‘Allshare .FTITLMS dello 0,28%, il Mid Cap .FTITMC sale dello 0,16%. Volumi intorno a 2 miliardi di euro.

* Banche contrastate, “con alcuni broker che hanno limato le stime, sempre in virtù dello scenario macroeconomico e a causa dei bassi tassi di interesse”, dice un dealer. UNICREDIT (CRDI.MI) perde lo 0,76%, INTESA SANPAOLO (ISP.MI) +0,95%.

* TELECOM ITALIA (TLIT.MI) stabile in un mercato scettico sulla possibilità di spunti speculativi a breve. “Il fatto che la famiglia Benetton abbia cominciato a vendere titoli subito, ai primi di gennaio, non fa ben sperare per la performance dell‘azione nelle prossime settimane”, dice un trader.

* IMPREGILO IPGI.MI +2,6% dopo la conferma che la società sta studiando le condizioni di mercato per l‘eventuale quotazione in Brasile della società autostradale Primav Ecorodovias. “Quello che fa bene al titolo è che l‘Ipo darebbe visibilità a un loro asset non quotato e farebbe capire quanto è sottovalutato il resto del business di Impregilo rispetto ai competitor”, commenta un analista, che cita per il 35% di Ecorodovias in mano al gruppo italiano una valutazione di circa 500 milioni di euro.

* Balza del 4,45% TENARIS (TENR.MI). Ubs ha alzato il prezzo obiettivo a 52 dollari da 45 dollari, confermando il “buy”.

* Realizzi dopo il balzo di ieri su FONDIARIA-SAI FOSA.MI (-0,79%). Le indiscrezioni su una possibile cessione della compagnia alla francese Axa sono state smentite e comunque erano considerate anche ieri poco credibili dal mercato. Negativa anche la controllata MILANO ADMI.MI (-0,35%).

* ENI (ENI.MI) +0,2%. Morgan Stanley ha ridotto il giudizio a “underweight” da “equalweight”, alzando il prezzo obiettivo sul titolo a 18 euro da 16,5.

* GENERALI (GASI.MI) +0,5% dopo la promozione di Bofa Merrill che ha alzato il prezzo obiettivo sul titolo a 19,5 euro da 18,2 euro precedente.

* Bene ANSALDO STS (STS.MI) (+2,11%) a seguito della commessa in Russia.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below