13 ottobre 2009 / 09:22 / tra 8 anni

Borsa Milano prosegue piatta, strappa Tiscali, giù Gemina

MILANO, 13 ottobre (Reuters) - Piazza Affari prosegue poco mossa, in linea con gli altri mercati europei, penalizzata in particolare dalle vendite su banche. Riflettori puntati al pomeriggio sulla nuova tornata di risultati trimestrali di alcuni big Usa.

Alle 11,00 l‘indice FTSE Mib .FTMIB cede lo 0,33%, l‘indice FTSE All Shares .FTITLMS lo 0,24%, mentre l‘indice MidCap .FTITMC scende dello 0,20%.

* Bene ITALEASE BIL.MI (+4,8%) l‘indomani del via libera dell‘assemblea all‘aumento di capitale fino a 1,2 miliardi di euro.

* Corre anche LOTTOMATICA LTO.MI in salita del 3,3%. La società sembra essere l‘unica ad aver presentato ai Monopoli di Stato un‘offerta per il rinnovo della concessione del Gratta e Vinci.

* Vendite sulle popolari, INTESA SP (ISP.MI) cede lo 0,4%, UNICREDIT (CRDI.MI) lo 0,27%. Per contro corrono MILANO ASSICURAZIONI ADMI.MI (+5,9%) e UNIPOL (UNPI.MI) (+3,13%).

* TISCALI (TIS.MI) sale del 35% a 0,80 euro mentre i diritti legati all‘aumento di capitale partito ieri cedono il 15,8% a 1,7 euro. Ieri il titolo ha chiuso in crescita del 180%. La Consob ha aperto un dossier di accertamento sull‘andamento del titolo ieri. “Il divario fra l‘andamento del titolo e quello dei diritti è legato a ragioni esclusivamente tecniche, visto che al termine dell‘aumento il numero delle azioni passerà dalle attuali 61,7 milioni a 1,8 miliardi”, osserva un broker. Su Tiscali non è possibile fare scoperto.

* Sempre positiva FIAT FIA.MI con un balzo dell‘1,45%, salendo saldamente sopra quota 11 euro. Il settore auto europeo cresce dello 0,4%. “Motivi veri dietro alla salita non ce ne sono. Si torna a parlare degli effetti del piano di integrazione con Chrysler, anche se l‘Ad non ha ancora anticipato nulla”, sottolinea un trader.

* Sul fronte dei ribassi GEMINA GEMI.MI arretra del 4,10% nonostante la smentita del Cda che non ha esaminato e non ha all‘esame alcuna operazione sul capitale.Oggi Il Sole 24 Ore scrive che il piano di rilancio di Aeroporti di Roma, controllata da Gemina, dovrà passare attraverso un consistente aumento di capitale, nell‘ordine di qualche centinaio di milioni di euro.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below