13 agosto 2008 / 11:06 / 9 anni fa

Borsa Milano prosegue in calo, volatile Seat, bene energia e oil

MILANO, 13 agosto (Reuters) - Piazza Affari arriva negativa al traguardo di metà giornata, con gli indici poco variati rispetto alla prima parte della mattinata.

“I volumi sono bassissimi. Vengono privilegiate le idee di forza relativa per mancanza di spunti catalizzatori”, è il commento di un trader.

Alle 13,00 l‘indice S&P/Mib .SPMIB perde lo 0,75%, il Mibtel .MIBTEL lo 0,56% e l‘AllStars .ALLST lo 0,12%. Volumi a 1 miliardo di euro.

I futures azionari americani sono poco mossi, lasciando presagire una seduta debole della borsa Usa.

* Lettera su banche e assicurazioni (lo stoxx europeo di settore cede il 3%). In fondo al listino principale resta BANCO POPOLARE BAPO.MI con un calo del 4%. Ribassi oltre il 2% colpiscono invece INTESA SANPAOLO (ISP.MI) (-2,44%), UNICREDIT (CRDI.MI) (-2,32%) e MPS (BMPS.MI) (-2,43%).

* BUZZI UNICEM (BZU.MI) segna un calo del 3,5% all‘indomani della semestrale, che nella seduta precedente l‘aveva portata a terminare in rialzo dello 0,43%.

* FINMECCANICA SIFI.MI cede più del 2% sull‘onda del taglio del target price a 27 euro da 32 da parte di Credit Suisse con rating “outperform”.

* Torna in cima al listino principale SEAT PG PGIT.MI, che sale del 2,85% dopo esser virata in rosso a metà mattina. “Sul titolo ormai è rimasta solo la speculazione”, dice un operatore. Ancora sospese al rialzo le risparmio (+18,58% teorico).

* Spicca tra le blue-chip il balzo di PARMALAT (PLT.MI), che cresce dell‘1,24% sull‘onda di indiscrezioni riportate da MF, secondo cui alcune banche d‘affari starebbero contattando gli azionisti del gruppo di Collecchio per sondare la loro disponibilità verso una scalata.

“La società si è portata a casa un bel po’ di liquidità e il mercato ora scommette in un‘evoluzione della vicenda di carattere straordinario”, commenta un trader.

* Ben impostati i titoli dell‘energia e del petrolio. SNAM RETE GAS (SRG.MI) guadagna l‘1,6%, TENARIS (TENR.MI) l‘1,46%. Riduce il rialzo ENI (ENI.MI) (+0,84%), che ha siglato un accordo di collaborazione con la società africana Sonangol per lo sviluppo in Angola.

* Migliora TELECOM ITALIA (TLIT.MI), che guadagna oltre un punto percentuale. “Il settore non perde molto e, all‘interno del comparto, il mercato si sposta su quei titoli che sembrano arrivati alla fine della discesa”, argomenta un trader.

* In controtendenza con la controllante, TELECOM ITALIA MEDIA TCM.MI segna una flessione del 4,19% dopo esser stata congelata al ribasso per alcuni minuti.

* Fuori dal paniere delle blue-chip, prese di beneficio su SAFILO (SFLG.MI) (-2,63%), protagonista ieri di un rally vicino al 10%.

* Arretra TISCALI (TIS.MI) (-2,11%) nel giorno in cui l‘AD di Swisscom ha detto di non vedere reali opportunità di acquisizioni in Italia, frenando di fatto le speculazioni sull‘acquisto dell‘Isp sardo.

* Rimbalza AEDES (AEDI.MI) (+1,4%) dopo aver sottolineato che le azioni di ripristino della normalità aziendale proseguono secondo i piani prefissati. Ieri ha perso il 12,9% a causa dei dubbi espressi da Ernst&Young sulla continuità aziendale, riportati dalla stampa.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below