13 novembre 2008 / 12:09 / 9 anni fa

Borsa Milano volatile annulla i guadagni, ancora forte Intesa SP

MILANO, 13 novembre (Reuters) - Piazza Affari prosegue una mattinata all‘insegna dalla volatilità arrivando poco mossa al giro di boa di metà seduta.

In generale sui mercati prevalgono le cautele dettate dalle incertezze su eventuali modifiche al piano di salvataggio del Tesoro Usa e i rinnovati timori di uno scivolamento in recessione dell‘economia mondiale.

Rispetto alle altre borse europee, quella milanese si comporta meglio grazie al rimbalzo dei bancari, particolarmente penalizzati nelle ultime sedute, mentre il mercato guarda all‘ondata delle trimestrali ponendo particolare attenzione alle prospettive fornite dalla società.

“È un mercato dominato dall‘alta volatilità e solo quando scenderà a livelli normali si potrà tornare a un mercato più selettivo, che valuti correttamente le società”, commenta un trader. “Per adesso, tranne i casi più eclatanti, non ha molto senso guardare alle singole storie”.

Secondo l‘operatore, in generale le trimestrali non hanno fornito sorprese particolari, “forse colpisce la bassa visibilità sugli utili per il prossimo anno anche se questo è già in parte incorporato dai prezzi”, aggiunge.

Attorno alle 13,00 l‘indice S&PMib .SPMIB sale dello 0,12%, il Mibtel .MIBTEL è in calo dello 0,33% mentre l‘AllStar .ALLST arretra dello 0,23%. Volumi pari a poco più di 900 milioni di euro.

I futures sugli indici Usa segnano cali tra lo 0,3% e l‘1%

* Tra le banche spicca il rimbalzo, che gli operatori definiscono di natura tecnica, di INTESA SANPAOLO (ISP.MI) (+4,6%) dopo gli ultimi tracolli sull‘ultima trimestrale e in particolare sulla decisione della banca di non distribuire dividendi in contanti nel 2008.

Secondo un trader il titolo è stato eccessivamente penalizzato sul tema dividendo. A suo parere la banca “ha fatto un‘ottima politica, almeno così possono dormire sonni tranquilli dal punto di vista della patrimonializzazione”, dice, ricordando un analogo giudizio di Standard & Poor‘s.

* Prosegue il recupero di UNICREDIT (CRDI.MI) (+2,5%) sostenuta da risultati sopra le attese annunciati ieri mattina anche se il titolo “non riesce ancora a recuperare quota 2 euro”, sottolinea un trader. * Il rally dei bancari coinvolge anche BANCO POPOLARE BAPO.MI (+2,13%) alla vigilia dei risultati mentre, tra le peggiori banche del listino principale, MPS (BMPS.MI) e POP MILANO PMII.MI cedono circa il 2%, quest‘ultima penalizzata anche dal taglio del target price da parte di Deutsche Bank.

Positiva FINMECCANICA SIFI.MI (+1,33%) dopo i risultati trimestrali e la conferma delle attese sul 2008.

* Spunti positivi su TELECOM ITALIA (TLIT.MI) (+0,7%) nonostante il taglio del target price di JP Morgan sia sulle ordinarie che sulle risparmio (TLITn.MI). Il movimento è in linea con i guadagni del settore europeo spinto dalla corsa di BT (BT.L) sulla trimestrale migliore delle stime. Un trader segnala inoltre “le continue speculazioni sull‘assetto societario”.

* Sempre nelle tlc TISCALI (TIS.MI) cede il 2,6% dopo la trimestrale annunciata ieri a mercati chiusi.

Cheuvreux sottolinea risultati deludenti “principalmente a causa del miglioramento dei margini, più basso delle attese, e della crescita delle spese finanziarie”.

* Sul fronte energetico, in recupero SAIPEM (SPMI.MI) sull‘annuncio di un nuovo contratto in Algeria per circa 1,3 miliardi di euro.

* Ribassi in attesa dei risultati trimestrali per MONDADORI (MOED.MI) e BUZZI UNICEM (BZU.MI). Debolezza sul lusso e sui tech. In particolare STM (STM.MI) stabile in fondo al listino principale con un calo del 4,6% peggiore dei tech europei (Stoxx -0,1%) dopo il warning sui ricavi del quarto trimestre annunciato dal colosso dei semiconduttori americano Intel (INTC.O).

Deutsche Bank ha tagliato il target price su Stm a 6 da 6,50 euro, confermando “hold”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below