13 agosto 2008 / 07:49 / tra 9 anni

Borsa Milano cade con banche, male Buzzi e Fiat, vola Seat

MILANO (Reuters) - Piazza Affari archivia una seduta interamente tinta di rosso, caratterizzata dai realizzi sui titoli che avevano corso nei giorni scorsi, con l‘eccezione di Seat, nel contesto di un mercato tecnico.

<p>Trader al lavoro. REUTERS/Brendan McDermid</p>

A livello settoriale, in lettera le banche e i ciclici industriali, questi ultimi penalizzati dalla fiammata dei prezzi del petrolio; acquisti sulle utilities.

In chiusura, l‘indice S&P/Mib ha perso il 2,12%, il Mibtel l‘1,91% e l‘AllStars lo 0,95%. Volumi per un controvalore pari a circa 2,9 miliardi di euro.

* Un‘altra giornata da protagonista per SEAT PAGINE GIALLE. Partita in quarta, in mattinata aveva frenato, ma nel pomeriggio ha ripreso a correre, terminando con un rialzo dell‘8,94%. Scambi formidabili: sono passati di mano oltre 561 milioni di pezzi, pari al 6,8% circa del capitale ordinario. Le RISPARMIO, invece, hanno fatto prezzo soltanto nell‘asta di chiusura, registrando un rialzo del 20%. Trader e analisti spiegano questo rally del gruppo guidato da Luca Majocchi, giunto al terzo giorno consecutivo, oltre che con una riscoperta a livello europeo delle directories, con le ricoperture da parte di investitori speculativi. Scarso impatto ha avuto il comunicato, richiesto dalla Consob, in cui Seat ha detto che non ci sono novità sul nuovo piano industriale.

* Male le banche, in linea con lo stoxx europeo, caduto del 4,78%. In fondo al paniere BANCO POPOLARE, ben comprato nei giorni scorsi, che ha registrato una flessione del 6,48%. Vendute anche MONTEPASCHI, -5,18%, INTESA SANPAOLO, -3,59%, UNICREDIT, -3,33%, MEDIOBANCA, -2,83%, e MEDIOLANUM, -3,33%.

* Realizzata BUZZI UNICEM: -5,57%. Un analista che segue il gruppo cementiero parla di “prese di beneficio” e ricorda “il downgrade di Jp Morgan”. L‘analista, inoltre, parla di un “calo fisiologico dei risultati nel secondo trimestre”, comunque “migliori delle attese e dei competitor”.

* Dopo la buona performance di ieri, anche FIAT (-4,4%) è stata colpita dai realizzi, complice, spiega un trader, “l‘aumento delle quotazioni del greggio”. Un operatore sottolinea anche la contrazione dell‘8% delle immatricolazioni auto a livello europeo in luglio, anticipata dall‘associazione tedesca dei costruttori. In effetti, lo stoxx europeo del settore automotive è precipitato del 4,14%. Fuori dal paniere principale, BREMBO ha perso il 4,75%.

* Il rimbalzo dell‘oro nero ha sostenuto ENI, che, però, ha perso terreno nel finale: -0,51%. La controllata SAIPEM è scesa dell‘1,68%. Restando agli energetici, TENARIS, dopo la scoppola di ieri, non si è risollevata e ha lasciato sul terreno l‘1,94%. Fuori dal paniere principale, MAIRE TECNIMONT è precipitata del 7,01%.

* L‘indebolimento del dollaro rispetto all‘euro, conseguenza del dato sulle vendite al dettaglio Usa, afferma un dealer, si è tradotto in vendite su LUXOTTICA, -5,36%, AUTOGRILL, -3,88%, GEOX, -3,4%, e BULGARI, -3,09%.

* Calo del 5,37% per IMPREGILO, che, dalla settimana scorsa, dopo che il tribunale dei riesame di Napoli ha annullato il sequestro di asset, alterna fiammate e cadute.

* FINMECCANICA è arretrata del 2,79% nella giornata in cui Credit Suisse ne ha tagliato il target price a 27 euro da 32.

* Si confermano difensive le utilities: SNAM RETE GAS è salita dell‘1,68% e TERNA dello 0,15%, mentre A2A ha limitato il ribasso allo 0,09%.

* TELECOM ITALIA ha chiuso invariata (-0,09%), facendo decisamente meglio di uno stoxx delle tlc arretrato dell‘1,95%. Un trader cita le voci, che rimbalzano dalla Germania, “su una possibile cessione di Hansenet”. Prese di beneficio sulla controllata TELECOM ITALIA MEDIA: -5%.

* Fra le small e mid cap, JUVENTUS in rialzo del 2,65%: stasera la squadra bianconera gioca l‘andata dei preliminari di Champions League.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below