12 novembre 2009 / 10:34 / 8 anni fa

Borsa Milano poco mossa, bene Pirelli, Prysmian, realizzi

MILANO, 12 novembre (Reuters) - Piazza Affari è poco mossa nella mattinata a causa di prese di beneficio dopo i recenti rialzi, in un mercato che vede però acquisti selettivi.

In evidenza il gruppo Pirelli, dopo l‘annuncio dell‘ipotesi di integrazione per l‘immobiliare. Bancari contrastati.

“Il mercato ha molto da digerire, soprattutto in termini di risultati societari”, dice un dealer. “Ci sono poi i dati nel pomeriggio”

Dagli Stati Uniti verranno diffusi i dati sull‘occupazione.

Alle 11,15 l‘indice FTSE Mib .FTMIB -0,02%, l‘AllShare .FTITLMS -0,04%, MidCap .FTITMC -0,11%.

Scambi a 1,4 miliardi.

* PIRELLI RE (PCRE.MI) in netto rialzo (+4%) sull‘ipotesi di integrazione con Fimit, che potrebbe portare a una migliore valutazione del titolo, da tempo sotto pressione per i timori legati al settore.

* PIRELLI PECI.MI +2,5% sulla scia dell‘immobiliare. L‘integrazione di Pirelli RE potrebbe essere il primo passo per l‘atteso spin-off che porterebbe valore al titolo, attraverso l‘eliminazione dello sconto holding. In realtà il mercato sconta da tempo questa ipotesi e secondo alcuni analisti il titolo è oggi pienamente valutato. CAMFIN CAMI.MI +6%.

* Bancari poco mossi con UNICREDIT (CRDI.MI) che perde lo 0,6%, INTESA SANPAOLO (ISP.MI) lo 0,08%. MEDIOLANUM MED.MI stabile, POP MILANO PMII.MI +0,7%. Lo Stoxx di settore .SX7P cala dello 0,4%.

* FIAT FIA.MI stabile con Stoxx di settore .SXAP che sale dello 0,55%. Secondo un broker italiano, grazie a un rimbalzo del mercato, la produzione dell‘ultimo trimestre segnerà un rialzo del 30% su anno e del 17% su trimestre. Si prevede quindi un break even a livello operativo e una generazione di cassa positiva.

* PRYSMIAN (+3,4%) recupera dopo i recenti ribassi seguiti alla vendita delle azioni da parte di Goldman Sachs. Draka Holding DRAK.AS società olandese terzo produttore europeo di cavi ha detto che prevede un utile operativo soddisfacente e che le condizioni di mercato si stanno stabilizzando.

* CAMPARI (CPRI.MI) cala dell‘1,1%, dopo il balzo di ieri sui risultati positivi.

* Realizzi anche su SARAS (SRS.MI) che risale però dai minimi (-0,24%) dopo i rialzi sui buoni risultati.

* Debole anche BUZZI UNICEM (BZU.MI) (-1,2%) dopo i risultati con utile in calo e l‘annuncio del lancio del bond.

* TOD‘S (TOD.MI) in rialzo (+0,8%) sotto i massimi dopo i risultati migliori delle attese. Oggi Citigroup ha aumentato il target price a 48 euro. Natixis a 54 euro, con giudizio “add”.

* MAIRE TECNIMONT (MTCM.MI) sospesa al ribasso dopo i risultati, segna un teorico in calo del 20% circa. Mediobanca ha tagliato il prezzo obiettivo a 3,16 euro da 3,5 un valore comunque superiore al prezzo che indica il mercato di 2,35 euro. La banca ha mantenuto il giudizio outperform citando le prospettive degli ordini in arrivo. Intermonte ha tagliato il prezzo a 2,5 euro, con giudizio outperform.

* SAFILO (SFLG.MI) in ribasso del 8% dopo che l‘AD ha detto che il piano di ricapitalizzazione potrebbe non andare a buon fine e che “la società si troverebbe di nuovo a fronteggiare una situazione di indebitamento particolarmente critica che determinerebbe l‘incapacità della società di rispettare al 31 dicembre, con ogni probabilità, gli impegni con le banche”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below