11 settembre 2009 / 11:21 / tra 8 anni

Borsa Milano prosegue tonica, corre Fiat, attesi dati Usa

MILANO, 11 settembre (Reuters) - Piazza Affari è ancora vivace a metà giornata, trascinata a rialzi nell‘ordine del punto percentuale da alcuni dei titoli più pesanti dell‘indice FTSE Mib.

Con Fiat e Intesa che continuano a correre, si attendono i dati relativi alla fiducia dei consumatori americani nel mese in corso, per confermare o correggere l‘intonazione positiva della giornata.

“Per ora assistiamo a una giornata tranquilla con tendenza positiva”, osserva un trader. “I dati americani sono il bivio nell‘andamento della giornata, vediamo che direzione si prende”.

Un altro operatore vede nelle prospettive per i prossimi mesi una delle chiavi per l‘intonazione del mercato milanese: “I gestori italiani sono attenti alla partenza dello scudo fiscale con prelievo al 5% tra ottobre e aprile, questo può voler dire buone notizie per il settore finanziario”, dice.

Alle 13,00 il FTSE Mib .FTMIB guadagna lo 0,95%, il FTSE AllShare .FTITLMS sale dello 0,81% e il FTSE MidCap .FTITMC lo 0,31%. I volumi si aggirano sui 3,4 miliardi.

In Europa il benchmark DJ Stoxx 600 sale dello 0,67%, mentre i futures di Wall Street sono ampiamente positivi.

* Non rallenta la corsa di FIAT FIA.MI, stabilmente intorno al +4,5%. Secondo un trader, il Lingotto era “rimasto indietro” rispetto ai recuperi del settore auto sulle piazze franco-tedesca negli ultimi tempi. “Credo si tratti di un riallineamento”, dice. Un altro operatore cita, invece, i giudizi positivi di alcuni analisti.

* Trascina il listino principale anche la buona performance di INTESA SANPAOLO (ISP.MI), in crescita del 2,5%. “Intesa è il tema delle prossime due settimane”, dice un trader, “con la eventuale dismissione di Fideuram a Exor e il cda di fine mese che deve dare una risposta nei confronti dei Tremonti bond”.

Solido anche il resto del settore, con UNICREDIT (CRDI.MI), beneficiaria di un aumento di target price da parte di Morgan Stanley, che cresce dell‘1,3% e gli altri bancari con rialzi più modesti.

* BULGARI BULG.MI ancora in evidenza intorno al 4%. Il gioielliere incassa l‘upgrade da parte di Bank of America, osserva un trader, notizia che si inserisce in quadro già positivo dopo i commenti dell‘AD di Damiani (DMN.MI) (che sale del 2,5%) sull‘outlook positivo del settore.

* Al gruppo di testa si è aggiunta CAMPARI (CPRI.MI), con guadagni che sfiorano il +4%.

* Sempre pesantemente in rosso PRYSMIAN (PRY.MI), anche se riduce le perdite al 3% dopo il -5,4% della mattinata, in seguito alla rottura di ieri delle trattative con l‘olandese Draka DRAK.AS per la fusione. “Il titolo ha fatto +28% da quanto sono iniziate le voci, decisamente sopra al mercato. Una buona dose di profit taking dopo la notizia di ieri è fisiologica”, dice un trader.

* Fuori dal listino principale, DIGITAL BROS (DIB.MI) torna a scambiare dopo l‘asta di volatilità e vola a +12% dopo la diffusione dei dati annuali al 30 giugno 2009. Ancora meglio fa GABETTI (GABI.MI), a +15% “probabilmente per acquisti tecnici, in vista dell‘aumento di capitale che inizia lunedì”, dice un operatore. Si mette a correre (+7%) anche STEFANEL (STEP.MI), che in mattinata ha confermato l‘avvenuta cessione, peraltro annunciata già in agosto, della controllata tedesca Hallhuber al gruppo Blitz 09-450 per 25 milioni di euro.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below