11 novembre 2008 / 12:03 / 9 anni fa

Borsa Milano amplia calo a oltre 2% con Europa, male Intesa SP

MILANO, 11 novembre (Reuters) - Vistoso arretramento degli indici di Piazza Affari, con una discesa superiore al 2% che ricalca quella dei listini europei e riflette la correzione dei derivati su Wall Street.

Locomotiva dell‘impostazione ribassista resta il canale bancario, dove i pesi massimi UNICREDIT (CRDI.MI) e INTESA SANPAOLO (ISP.MI) evidenziano una performance particolarmente pesante a ridosso della pubblicazione del trimestre.

A guidare l‘affondo sin dall‘apertura i titoli di Ca’ de Sass, di cui è riunito il consiglio di gestione per discutere dei conti trimestrali e del dividendo, di cui si teme un taglio a riflesso della crisi finanziaria.

“Da stamattina è INTESA (-5,6%) il titolo peggiore sulla piazza milanese, ma non molto meglio fanno le altre banche o lo stoxx europeo” fa notare un trader.

Gli addetti ai lavori guardano ora alla partenza di Wall Street e riferiscono di volumi ancora contenuti, parlando dell‘assenza di compratori piuttosto che di vendite aggressive.

Poco prima delle 13 l‘indice S&PMib .SPMIB cede il 2,32%, il Mibtel .MIBTEL perde l‘1,93% e l‘Allstar .ALLST accusa un -0,97% tra volumi in lieve recupero da ieri per un controvalore di circa 650 milioni.

* A fronte del -4,9% del comparto Ue .SX7P si mettono infatti in luce il -3,3% di UBI BANCA (UBI.MI), il -3,7% di UNICREDIT che attende la trimestrale di domattina e il -2,2% di MONTE PASCHI (BMPS.MI). Decisamente meglio MEDIOBANCA (MDBI.MI), sui valori della chiusura di ieri.

Se sui bancari è piovuta stamane una raffica di giudizi negativi e taglio di target price da parte di broker del calibro di Credit Suisse e Dresdner, nell‘audizione alla Camera dedicata alla Finanziaria Tremonti ha ribadito che il governo non intende stanziare a favore del sistema creditizio alcuna risorsa in più rispetto a quanto previsto.

* Deciso ribasso per i titoli legati all‘energia, il cui stoxx europeo .SXEP mostra uno scoraggiante -3,5% legato alla nuova correzione del greggio che contagia anche le materie prime. Arretra di 2,6% ENI (ENI.MI) il cui peso sul paniere delle blue chip deprime l‘indice S&P Mib ben oltre il Mibtel.

* Tra i pochissimi segni più spiccano il +1,6% di BUZZI UNICEM (BZU.MI) insieme al +1,3% di ITALCEMENTI ITAI.MI. Il settore dell‘edilizia è visto come il primo beneficiario del previsto via libera Cipe nei prossimi giorni al piano di investimenti da 16 miliardi disegnato dal governo per le infrastrutture.

* Positiva anche TISCALI (TIS.MI), in rialzo di 0,9% dopo l‘annuncio delle dimissioni da parte dell‘AD di Tiscali Italia Mario Mariani che verrà sostituito da quello della spa Mario Rosso.

* Si rimangia interamente il progresso TELECOM ITALIA (TLIT.MI), in calo di 0,8% a fronte di telefonici europei .SXKP in progresso di 1,9%. Secondo Il Messaggero, che cita fonti bancarie, l‘intera quota Telco pari al 24,5% sarebbe finita in pegno alle banche dopo che nel mese di ottobre il titolo ha sforato per 25 sedute consecutive la soglia di 0,83.

* Azzera il recupero dei primi scambi anche ENEL (ENEI.MI) a -0,1% nel giorno della trimestrale. Citando El Mundo, Il Corriere della Sera scrive che avrebbe superato le divergenze con Acciona (ANA.MC) sull‘amministrazione di Endesa (ELE.MC).

* Male PRYSMIAN (PRY.MI), in calo di 2,5% all‘indomani di alcuni poco favorevoli giudizi da parte dei broker in merito alla trimestrale pubblicata venerdì. Merrill Lynch ha per esempio ridotto di 2% la stima sull‘utile per azione 2008

* Sempre tra i titoli piccolo-medi bene BUONGIORNO BVIT.MI a +2,5%, all‘indomani della trimestrale che ha evidenziato una crescita di 7% dell‘utile ante imposte nei primi nove mesi.

* Male invece FINMECCANICA SIFI.MI, in calo di 4,7% all‘indomani dei risultati della controllata Drs Technologies.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below