10 agosto 2009 / 16:02 / 8 anni fa

Borsa Milano chiude in rialzo, tocca massimo anno, bene banche

MILANO, 10 agosto (Reuters) - Piazza Affari resiste anche al calo di Wall Street, dopo aver tenuto duro di fronte alla fiacchezza delle altre borse europee, e va a chiudere la giornata in positivo.

L‘indice FTSE MIB arriva a toccare il nuovo massimo dell‘anno intraday a quota 21.592,50. I movimenti, secondo gli operatori, sono però poco indicativi, essendo anche Piazza Affari sintonizzata sul clima vacanziero.

“Abbiamo assistito a una giornata interamente guidata dai volumi, il clima è decisamente ferragostano”, dice un trader. “Forse un discorso a parte merita Intesa, un titolo che era rimasto un po’ indietro e che ora, dopo aver visto Unicredit correre tanto, sta recuperando”.

L‘indice FTSE MIB .FTMIB chiude a +0,81%, l‘indice FTSE AllShare .FTITLMS avanza dello 0,71% e il FTSE MidCap .FTITMC dello 0,34%. Volumi pari a un controvalore di circa 1,68 miliardi di euro.

* Le banche chiudono bene una giornata che le ha viste protagoniste. Secondo gli operatori si è trattato di un riallineamento del comparto a UNICREDIT (CRDI.MI) (oggi stabile), che ha messo a segno un rally dopo la semestrale. INTESA SANPAOLO (ISP.MI) chiude a +3%, dopo aver rinnovato il massimo dell‘anno a 2,93 euro. MEDIOLANUM MED.MI sale del 2,7%. Bene anche POP MILANO PMII.MI a +2,5%, MONTEPASCHI (BMPS.MI) a +2,4% e BANCO POPOLARE BAPO.MI a +1,5%.

* Sale del 2,9% AUTOGRILL (AGL.MI), che incassa l‘innalzamento di target price da Ubs.

* MEDIASET (MS.MI) avanza di 3,6 punti percentuali: El Economista ha scritto che la controllata Telecinco (TL5.MC) potrebbe unire gli asset audiovideo a quelli di Prisa (PRS.MC).

* FIAT FIA.MI è invece debole, anche se il Lingotto, a -0,5%, limita i danni rispetto al -2,9% del settore auto europeo .SXAP. Nel week-end, Die Welt ha scritto che Fiat potrebbe tornare in corsa per l‘acquisto di Opel. * Misti i petroliferi: ENI (ENI.MI) torna in pareggio dopo essere stata in rosso, mentre SAIPEM (SPMI.MI) resta negativa a -1% e cede più dell‘indice continentale .SXEP, che perde lo 0,3%. Sale invece TENARIS (TENR.MI), a +0,8%.

Fuori dal paniere principale, ERG (ERG.MI) arretra dell‘1,3% dopo che Citigroup ne ha tagliato il target price, mentre i realizzi spingono SARAS (SRS.MI), protagonista di un rally venerdì scorso dopo la semestrale, a -2,9%.

* ENEL (ENEI.MI), inserita da Goldman Sachs nella conviction buy list e promossa a “buy” da Deutsche Bank, è positiva a +0,5%.

* FONDIARIA SAI FOSA.MI, piatta per gran parte della giornata, balza nel pomeriggio a +1,2%. Nel week-end, diversi quotidiani hanno riportato indiscrezioni sul varo di un fondo immobiliare da 600 milioni di euro. L‘AD Fausto Marchionni ha precisato che “è una delle ipotesi allo studio”.

* Si rimette in piedi TELECOM ITALIA (TLIT.MI), che chiude in positivo a +1,4% dopo le perdite della mattinata.

* BUZZI (BZU.MI) vola a +4,8%. Domani pubblicherà i risultati semestrali. “Sinceramente credo si tratti più di un movimento legato a qualcuno che sta ricostruendo qualche posizione, piuttosto che alle previsioni sui risultati”, commenta un trader.

Nel comparto, ITALCEMENTI ITAI.MI guadagna il 2,6% circa.

* Segno meno per BULGARI BULG.MI a -0,7%, STM (STM.MI) a -0,5% e i difensivi, come TERNA (TRN.MI) a -0,8%.

* Fra le small e mid cap, MANAGEMENT & CAPITALI (MACA.MI), oggetto di una battaglia di offerte fra i Segre e TAMBURI INVESTMENT PARTNERS (TIP.MI) (piatta), chiude in rialzo del 16,4%. Da notare che il titolo tratta ex stacco del maxi-dividendo da 254 milioni.

* Brillante MARIELLA BURANI MBFG.MI a +17,3%. La settimana scorsa, la casa di moda ha annunciato la richiesta del cda agli azionisti di una delega per aumentare il capitale fino a 100 milioni.

* Buoni spunti per alcune società tecnologiche che hanno comunicato le semestrali la settimana scorsa: MEDIACONTECH (MCH.MI) (+10%), REPLY (REY.MI) (7,9%), ENGINEERING ENG.MI (+2,3%) e BUONGIORNO BVIT.MI (+4,3%).

* PRAMAC PRAM.MI balza di oltre il 26%. Ad ottobre, il gruppo inizierà la commercializzazione di mini-pale eoliche disegnate da Philippe Starck.

* LAZIO (LAZI.MI) chiude in crescita del 14,2% dopo la vittoria nella SuperCoppa italiana.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below