10 settembre 2008 / 15:49 / 9 anni fa

Borsa Milano chiude in calo, giù banche,bene Telecom, Mediolanum

MILANO, 10 settembre (Reuters) - Chiusura negativa a Piazza Affari, in linea con gli altri mercati europei, aiutata da Wall Street positiva, recuperando posizioni dal calo che ha seguito l‘annuncio dei risultati trimestrali di Lehman LEH.N, inferiori alle attese e dei passaggi della ristrutturazione della banca americana.

L‘indice S&P/Mib .SPMIB scende dello 0,7%, il Mibtel .MIBTEL dello 0,64% e l‘Allstars .ALLST dello 0,5%. Volumi intorno ai 5,7 miliardi di euro nel finale.

* Deboli le banche in tutto il Vecchio Continente: lo Stoxx di settore cede il 2,5% in Europa: UNICREDIT (CRDI.MI) cede l‘1,15%, MEDIOBANCA (MDBI.MI) l‘1,4%, più resistente POP MILANO PMII.MI con un -1,05%. “Le proposte di modifica dello statuto varate ieri dal Cda sono un passo nella giusta direzione perchè aumentano l‘influenza degli azionisti di minoranza”, commenta un analista.

In forte rialzo, invece, MEDIOLANUM MED.MI in salita del 5,08%. I trader citano ricoperture sul titolo a seguito dei risultati della raccolta nel risparmio gestito.

* In luce STM (STM.MI) (+0,58%) grazie all‘intonazione positiva dei derivati sul Nasdaq e alle rassicurazioni sull‘outlook fatte ieri, a mercati chiusi, dal colosso dei chip Usa Texas Instruments TXN.N.

* Sale dello 0,73% e con volumi PARMALAT (PLT.MI). La stampa cita ipotesi - smentite - di fusione con l‘americana Dean Foods, ma un broker esclude un legame con il rialzo odierno del titolo: “Parmalat è convinta dell‘importanza di una crescita per linee esterne, ma un‘operazione con Dean non sarebbe coerente con quello che hanno sempre detto”, dice.

* Tra tlc negative in Europa brilla FASTWEB FWB.MI (+1,65%) grazie all‘upgrade di Hsbc, bene anche TELECOM (TLIT.MI) (+2,95%) grazie a ricoperture. “Il titolo prosegue nel rimbalzo e risente in positivo anche delle indiscrezioni, smentite, di un interesse di Atlantia per le torri della società”, osserva un broker.

* Buon rialzo di FIAT FIA.MI (+0,93%) in linea con il settore auto europeo.

* Acquisti su FINMECCANICA SIFI.MI (+1,51%), fresca di notizie di espansione delle attività aerospaziali, positivi i media guidati da SEAT PGIT.MI (+1,76%) e L‘ESPRESSO ESPI.MI (+1,51%).

* Positiva ITALCEMENTI ITAI.MI, mentre perde lo 0,81% BUZZI (BZU.MI) sotto il peso di un downgrade di JP Morgan. Poco mossa ATLANTIA (ATL.MI), mentre IMPREGILO IPGI.MI cede l‘1,93%.

* Venduto il settore lusso dopo il warning sulle prospettive del mercato Usa lanciato oggi da Richemont in occasione della trimestrale. BULGARI BULG.MI cede il 3,01%, LUXOTTICA (LUX.MI) il 4,18%, TOD‘S (TOD.MI) (salita di oltre il 4% ieri) il 3,73%.

* Giù anche le società energetiche con ENEL (ENEI.MI) che cede lo 0,92%. ENI (ENI.MI) arretra dello 0,74% (stoox settoriale europeo -0,2%). Segno negativo anche su A2A (A2.MI) (-1,3%), penalizzata dallo scontro in atto fra i soci, e su ENIA EN.MI (-3,25%).

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below