9 marzo 2009 / 12:30 / 9 anni fa

Borsa Milano pesante con finanziari, Tiscali ancora in asta

MILANO, 9 marzo (Reuters) - Piazza Affari chiude la mattina in forte calo dopo che il suo indice principale ha perso più del 15% la scorsa settimana.

Pesano in primis i titoli finanziari, che spingono il listino ancora una volta in fondo alla lista dei mercati europei, mentre Tiscali continua a restare in asta per eccesso di ribasso.

Un analista sottolina i volumi elevati, “record delle ultime 53 sedute”, sul futures dell‘Eurostoxx50 STXEc1, “segno della presenza di mani forti ribassiste sul mercato”. Per l‘analista, che non vuole essere nominato, è “difficile capire chi siano: forse c’è chi si aspetta brutte notizie dalle grandi corporate”.

Sull‘umore pesa anche il nuovo intervento del governo britannico su LLoyds (LLOY.L) (-8%), che ha riacceso i timori sulla salute del sistema finanziario internazionale, chiudendo la strada al rimbalzo dopo le pesanti vendite della scorsa settimana. Intanto i futures sugli indici Usa segnano ribassi superiori all‘1%.

Intorno alle 13,00 l‘indice S&P/MIB SPMIB cede il 3,3% dopo aver toccato il -4%, il Mibtel .MIBTEL perde il 2,9% e l‘Allstars .ALLST il 2%. Volumi per circa 760 milioni di euro. L‘indice europeo FTSEUrofirst 300 .FTEU3 cede il 2%.

* Tra le banche - in calo in media del 4,6% in Europa - in coda BANCO POPOLARE BAPO.MI (-8%=; la partecipata ITALEASE BIL.MI perde oltre il 9%, mentre indiscrezioni parlano di un accordo vicino sul delisting e sullo spezzatino della società; intanto Ubs ha tagliato rating e target del Banco. “Il problema è che non si sa nulla; si parla di interesse per i Tremonti bond, ma di concreto ancora nessuno ha detto niente”, dice un operatore.

* UBI (UBI.MI) scende dell‘8%, ma perdono più del 6% anche MEDIOBANCA (MDBI.MI) e GENERALI (GASI.MI) (-3,7% le assicurazioni europee), mentre UNICREDIT (CRDI.MI) riduce il calo a -1%.

* Piatta ENI (ENI.MI), passa in positivo SAIPEM (SPMI.MI).

* Tiene GEOX (GEO.MI); in una nota Centrobanca conferma il giudizio “undervalued” con target a 5,4 euro.

* Affonda SEAT PGIT.MI, in calo di oltre l‘7%, secondo un trader colpita da vendite allo scoperto. Giù del 7% anche L‘ESPRESSO ESPI.MI.

* Perde più del 3% ENEL (ENEI.MI); secondo una fonte l‘aumento di capitale che dovrebbe essere approvato mercoledì dal Cda potrebbe arrivare a 8 miliardi di euro.

* In calo del 4,6% FIAT FIA.MI tra auto europee più resistenti.

* TISCALI (TIS.MI) è ancora in asta per eccesso di ribasso (teorico -45% a 0,157 euro) dopo l‘annuncio del fallimento delle trattative per la cessione delle attività in Gran Bretagna e la richiesta alle banche di sospendere il pagamento degli interessi. “La reazione del mercato è evidente, non vede prospettive per il futuro dell‘azienda”, commenta un dealer.

* Tra i titoli a minore capitalizzazione, rimbalzo di alcuni immobiliari, mentre è in asta per eccesso di ribasso DMT DMT.MI. Debole anche TREVISAN TREV.MI, dopo indiscrezioni stampa su una possibile ricapitalizzazione e la conseguente ricerca di nuovi azionisti.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below