9 settembre 2009 / 11:09 / 8 anni fa

Borsa Milano incrementa guadagni, forti Pirelli, Banco Popolare

MILANO, 9 settembre (Reuters) - Piazza Affari prende forza e incrementa i guadagni, anche se l‘atteggiamento resta orientato alla cautela in attesa dell‘apertura di Wall Street.

Dopo una mattinata all‘insegna dell‘incertezza, gli indici muovono più chiaramente in territorio positivo appoggiandosi alla ritrovata solidità del settore bancario, che anche nel resto d‘Europa registra una netta inversione di tendenza e passa in attivo.

“L‘intonazione per ora è cautamente ottimista”, osserva un trader, “ma non possiamo ancora dire di avere superato il guado. Un‘apertura in calo di Wall Street ci può riportare rapidamente indietro. Gli investitori in questo momento stanno alla finestra”.

Alle 12,55 l‘indice FTSE Mib .FTMIB sale dello 0,32%, il FTSE AllShare .FTITLMS dello 0,31% e il FTSE MidCap .FTITMC dello 0,24%. I volumi valgono 1,8 miliardi di euro.

In Europa il benchmark DJ Stoxx 600 è passato in positivo a +0,2%. I futures di Wall Street restano negativi ma sembrano lentamente risalire verso la parità.

* Tra i singoli titoli, prende il largo PIRELLI PECI.MI, ora intorno al 3,5%. Un trader che cita la dichiarazione di Tronchetti Provera sulla possibilità di un dividendo.

* Corre a +3,5% anche BANCO POPOLARE BAPO.MI, per cui questa mattina è arrivato il miglioramento di rating da parte di Hsbc, che ne ha incrementato notevolmente il target price (a 8,80 da 5,30 euro).

Bene anche POPOLARE MILANO PMII.MI che sale dell‘1,6%. Gli altri titoli del comparto registrano performance più contenute, ma passano in positivo dopo le perdite della mattina. INTESA SANPAOLO (ISP.MI), MONTEPASCHI (BMPS.MI) e UBI (UBI.MI) salgono di poco meno dell‘1%, resta fuori dal coro solo UNICREDIT (CRDI.MI), ancora su ribassi dello 0,5%.

Lo stoxx europeo .SX7P, che stamattina cedeva lo 0,6%, guadagna ora lo 0,4%.

* Allunga il passo anche BUZZI UNICEM (BZU.MI), che incassa da Credit Suisse la promozione ad “outperform”. I trader osservano che le quotazioni sono apparse sottovalutate, alla luce della performance e dell‘outlook della società.

La forza del titolo trascina anche ITALCEMENTI ITAI.MI, in negativo per gran parte della mattinata e ora in deciso recupero a +2%.

* Arrotonda i guadagni anche FIAT FIA.MI, dopo il successo dell‘emissione di ieri e l‘incremento di target price di oggi da parte di Rbs. Il Lingotto guadagna l‘1,1%.

* ENI (ENI.MI) intorno al +0,8%, mentre GENERALI (GASI.MI) ed ENEL (ENEI.MI) scambiano poco sopra alla parità.

* Continuano le prese di beneficio su BULGARI BULG.MI ed STM (STM.MI), vicine al -2%, e in misura minore su ATLANTIA (ATL.MI).

* Tra le midcap in ripiego BANCA ITALEASE BIL.MI, che aveva aperto bene dopo la quantificazione dell‘aumento di capitale fino a un massimo da 1,2 miliardi di euro. Il titolo perde al momento lo 0,4%.

* Conferma il +5% SEAT PAGINE GIALLE PGIT.MI, vola a +20,1% GABETTI (GABI.MI), a cui oggi Consob ha rilasciato l‘autorizzazione a pubblicare il prospetto sull‘aumento di capitale in opzione ai soci da 25,6 milioni di euro.

* Bene anche OLIDATA (OLI.MI), a +2,9% dopo i giudizi positivi sulla semestrale e TISCALI (TIS.MI) a +2,4%.

* RISANAMENTO (RN.MI), che ieri ha depositato il piano di salvataggio in tribunale, perde l‘1,1%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below