29 luglio 2008 / 09:05 / 9 anni fa

Borsa Milano negativa con banche e costruzioni, tiene Saipem

MILANO, 29 luglio (Reuters) - Le perdite del settore finanziario negli Stati Uniti si ripercuotono anche a Piazza Affari, mandando in rosso i titoli bancari e assicurativi e il settore costruzioni e cementiferi, particolarmente esposto al rischio di rallentamento dell‘economia.

“Si spara sulla Croce Rossa”, dice un gestore azionario. “In una giornata così la speculazione colpisce i comparti più deboli”.

Alle 11,00 l‘S&P/Mib .SPMIB cede lo 0,87%, il Mibtel .MIBTEL lo 0,6% e l‘AllStars .ALLST lo 0,32%. Volumi a 774 milioni di euro.

* Performance negativa per le banche milanesi, gravate dall‘annuncio di Merrill Lynch MER.N di svalutazioni per 5,7 miliardi di dollari. L‘indice DJ Stoxx paneuropeo .SX7P cede il 2,6%. Fanalino di coda del paniere principale è UNICREDIT (CRDI.MI), in calo del 2,63% dopo il -3,5% di ieri. Domani la banca parteciperà alla riunione del patto di sindacato e del consiglio di sorveglianza di MEDIOBANCA MDBI (-1,49%) sulla riforma della governance.

* Nel comparto, MEDIOLANUM MED.MI arretra del 2,56%, INTESA SAN PAOLO (ISP.MI) del 2,26%, POPOLARE MILANO PMII.MI del 2,18%.

* Male i cementiferi con BUZZI UNICEM (BZU.MI) e ITALCEMENTI ITAI.MI. Entrambi perdono circa il 3,15%.

* Riduce le perdite dell‘avvio FIAT FIA.MI. La casa automobilistica, che ieri si è guadagnata la maglia nera dell‘S&P/MIB dopo la revisione al ribasso di Toyota sulle vendite del 2008, scende dell‘1% in linea con il comparto auto del Vecchio continente .SXAP (-1,41%).

* GEOX (GEO.MI) gira in negativo. In partenza il titolo era schizzato oltre il 7% a causa di “speculazione spicciola sull‘ipotesi di delisting della stampa”, dice un gestore. Mf scrive, infatti, che alcune merchant bank sono al lavoro per proporre al presidente il delisting della società.

Oggi Geox annuncia i risultati semestrali. In una nota di Cassa Lombarda si legge che i ricavi dei primi sei mesi dovrebbero crescere del 20% circa a 465 milioni di euro in linea con gli obiettivi del gruppo, mentre il margine di Ebitda dovrebbe attestarsi al 25,4% in linea con il 25% previsto dalla società e il 24,4% atteso dal mercato.

* Tra gli altri titoli, SAIPEM (SPMI.MI) sale alla guida del paniere principale nel giorno del Cda sui risultati semestrali (+2,72%). Bene ENI (ENI.MI), che avanza dell‘1,44% a fronte della chiusura a +0,36% di ieri.

* PIRELLI PECI.MI cala dell‘1,95%. Exane Bnp ha avviato la copertura a “underperform”.

* AUTOGRILL (AGL.MI) perde l‘1,75% sull‘onda del taglio del rating UBS a “neutral” da “buy”.

* Al di fuori del listino principale, in evidenza la società petrolifera genovese ERG (ERG.MI) (+2,33%).

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below