8 agosto 2008 / 13:40 / 9 anni fa

Borsa Milano amplia calo sino a -1,5% con banche dopo Fannie Mae

MILANO, 8 agosto (Reuters) - Appesantita dall‘indebolimento dei bancari, a due ore dalla chiusura Piazza Affari estende le perdite a braccetto con l‘Europa.

Le banche, negative sin dall‘avvio delle contrattazioni, hanno perso ulteriore terreno dopo che Fannie Mae FNM.N, pilastro Usa del finanziamento sui mutui, ha registrato conti in rosso per il quarto trimestre consecutiva.

Intorno alle 15,35 l‘S&P/Mib perde l‘1,49% a 28.719 punti, mantenendosi in prossimità dei minimi di seduta toccati a 28.684. Il Mibtel .MIBTEL cede l‘1,4% a 22.025, mentre l‘Allstars .ALLST resiste in terreno positivo con un +0,34%.

Ad incupire il morale del mercato contribuisce l‘apertura negativa di Wall Street, con il Dow Jones .DJI che cede lo 0,34%. Fannie Mae FNM.N ha aperto in calo di circa il 16% dopo i risultati.

In Italia UNICREDIT (CRDI.MI) amplia il calo sino al 3,3%, INTESA SANPAOLO (ISP.MI), MEDIOBANCA (MDBI.MI) e MEDIOLANUM MED.MI registrano cali compresi tra l‘1,8 e il 2%.

Il bancario .SX7P è il comparto peggiore in Europa con un calo dell‘1,4%. Il benchmark paneuropeo FTSEurofirst 300 .FTSE lascia sul campo lo 0,75%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below