28 luglio 2008 / 11:09 / tra 9 anni

Borsa Milano prosegue negativa, pesano banche, Fiat, bene Saipem

MILANO, 28 luglio (Reuters) - Avvio di settimana decisamente sottotono a Piazza Affari. A tenere banco sui mercati è sempre la crisi finanziaria negli Usa, dopo la chiusura nel week-end di due istituti di credito sottocapitalizzati.

“Dopo che due banche Usa sono saltate le ripercussioni sul settore sono inevitabili”, afferma un broker.

Alle 12,55 l‘indice S&P/Mib .SPMIB cede l‘1,12%, mentre il Mibtel .MIBTEL arretra dello 0,86%. L‘AllStars .ALLST perde lo 0,39%. Volumi intorno al miliardo di euro a metà seduta.

* Fra le banche - lo Stoxx settoriale perde oltre il 2% - pesante POP MILANO PMII.MI che cede il 3,5%. INTESA SP (ISP.MI) perde l‘1,5%, male anche UNICREDIT (CRDI.MI) (-2,89%) e MEDIOBANCA (MDBI.MI) (-2,29%). A pesare su quest‘ultimi due titoli anche le attese per le riunioni del consiglio di sorveglianza e del patto di sindacato di Mediobanca, a metà settimana, per discutere la revisione della governance di Piazzetta Cuccia, alla luce delle indicazioni di Bankitalia in materia e dopo la presa di posizione di Unicredit contrario a ipotesi traumatiche.

* Tiene il settore dell‘energia, con SAIPEM (SPMI.MI) in rialzo del 3,57% dopo l‘aggiudicazione del contratto con Sonatrach per la costruzione di un impianto di Lng. Secondo Dresdner, “questo contratto è estremamente importante perché apre la società al business del gas naturale dove era un palyer marginale”. Nel settore bene anche TENARIS (TENR.MI) in salita del 2%. Va male, invece, ENEL (ENEI.MI) che cede lo 0,59%, in recupera dai minimi di seduta.

* Le prese di beneficio e le revisioni al ribasso di Toyota sulle vendite di auto nel 2008 penalizzano FIAT FIA.MI che cede il 4,45% in uno scenario europeo peraltro non positivo per il settore che arretra dell‘1,8%.

* Fra i titoli in evidenza al rialzo, svetta TISCALI (TIS.MI) in crescita del 4,62% sul ritorno delle voci di un‘accelerazione delle trattative per la cessione degli asset italiani a FASTWEB FWB.MI (-1,51%).

* TELECOM (TLIT.MI) perde oltre l‘1% a prossima alla soglia di 1,2 euro. Il settore delle tlc europeo arretra dell‘1,3%.

* Fra i minori svetta KAITECH (KAIT.MI), sospesa al rialco con un teorico +18,3% sulle dichiarazioni rilasciate al Sole-24 Ore dal nuovo AD, Gaetano Tedeschi, secondo il quale la società uscirà dalla lista nera della Consob in tempi brevi e poi pitrà iniziare la marcia verso il ritorno all‘utile.

* Giù anche INDESIT IND.MI (-3,6%) sulle attese di un ebit 2008 in calo fra il 5 e il 15%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below