7 settembre 2009 / 11:12 / tra 8 anni

Borsa Milano conferma guadagni, su Stm, Parmalat, Impregilo

MILANO, 7 settembre (Reuters) - Piazza Affari consolida i guadagni della mattinata, sostenuta dal clima positivo dopo le rassicurazioni del G20 circa i tempi ancora lunghi per una exit strategy dalle politiche di sostegno all‘economia.

I rialzi dei listini milanesi appaiono in linea con quelli delle altre piazze europee, con alcuni titoli a tirare la volata sulle notizie provenienti dai rispettivi settori, tra cui spiccano Parmalat e Stm.

La giornata non risente per ora della pausa nei mercati americani per la festa del Labor Day.

“L‘intonazione positiva dovrebbe continuare”, commenta un trader, “oggi i mercati europei sono partiti sul piede giusto anche grazie alla buona giornata delle borse asiatiche. C’è voglia di riprendere il cammino dopo le correzioni della scorsa settimana, e qualche buona notizia arrivata dal G20 è stata un input sufficiente in questa direzione”.

Alle 13,00 l‘indice FTSE Mib .FTMIB sale dell‘1,35%, il FTSE AllShare .FTITLMS dell‘1,27% e il FTSE MidCap .FTITMC avanza dello 0,90%.

In Europa, il benchmark DJ Stoxx 600 guadagna 1,39%.

* Tra i singoli titoli, continua a guadagnare PARMALAT (PLT.MI), anche se dopo avere sfiorato il 5% in mattinata, il titolo si assesta ora poco sotto il 4%. Un trader collega l‘andamento di Parmalat alla forza che l‘intero settore alimentare trae dalla notizia del rifiuto di Cadbury dell‘offerta da 16,7 miliardi di dollari da parte di Kraft.

“La cosa ha un ruolo importante per lo stock di Parmalat, sono società abbastanza simili anche se in comparti leggermente diversi del settore alimentare”, commenta il trader.“La proposta di Kraft aveva un valore superiore ai prezzi di mercato, ora Cadbury in Gran Bretagna e fa bene a tutto l‘alimentare”.

Per Parmalat è arrivato anche un innalzamento di target price da Cheuvreux.

* STM STI.MI allunga il passo a +4,2% ed è ora il miglior titolo del listino FTSE Mib, sostenuta dal buon andamento di Nokia NOK1V.HE, primo produttore mondiale di telefoni celluari e principale cliente di Stm. “Il rialzo segue a ruota quello di Nokia, suo principale cliente”, osserva un trader, aggiungendo anche che la società aveva “sottoperformato rispetto al settore per buona parte degli ultimi mesi, fino a fine agosto le quotazioni erano rimaste sui livelli di maggio”.

* Arrotonda i guadagni anche IMPREGILO IPGI.MI, che sale a +3,5% sulla fiducia legata all‘annuncio di un contratto in Abu Dhabi.

* Confermano guadagni solidi ma più contenuti i bancari. BANCO POPOLARE BAPO.MI resta il migliore nel settore a +2,6%, UNICREDIT (CRDI.MI) e INTESA SANPAOLO (ISP.MI) si muovono poco sotto la soglia del 2%, arretra leggermente POPOLARE MILANO PMII.MI che ora scambia a +1%. Bene anche MEDIOLANUM MED.MI a +1,6% e AZIMUT (AZMT.MI) a +1,5% circa.

Fanno eccezione MONTEPASCHI (BMPS.MI) e MEDIOBANCA (MDBI.MI), poco mosse.

“Per questo comparto ci sono buone notizie sulla raccolta fondi, finalmente ritornano soldi nel circuito”, dice un operatore. “Le notizie dal G20 sono buone per il comparto, significa che i governi hanno ancora a cuore la liquidità”, aggiunge un altro.

* Bene le blue chips come FIAT FIA.MI a +1,6%, TELECOM (TLIT.MI) a 1,2% e GENERALI (GASI.MI) a +1,3%, più comprato il retail con LUXOTTICA (LUX.MI) a +2,6% e GEOX (GEO.MI) a +2,4%.

* Meno brillanti, sebbene positive, le utilities, settore difensivo, con SNAM (SRG.MI), TERNA (TRN.MI) ed ENEL (ENEI.MI), poco sopra la parità. TENARIS (TENR.MI) che sta incontrando gli analisti a Londra avanza di oltre 2%.

* ATLANTIA (ATL.MI) continua a cedere marginalmente sui realizzi, dopo i guadagni della scorsa settimana.

* Fuori dall‘indice principale, debole EDISON EDN.MI a -1%. Nel fine settimana ha l‘azionista Edf (EDF.PA) rispondere con parere negativo all‘ipotesi di “spezzatino” della società avanzata dall‘AD del partner industriale ENIA EN.MI.

Nel frattempo, Edison, per bocca dell‘AD Umberto Quadrino, si è detta interessata a giocare un ruolo nel nucleare italiano attraverso una partecipazione al consorzio Enel (ENEI.MI)-Edf.

* Nel comparto ambientale, balza a +7% la smallcap BIANCAMANO (BIAN.MI), dopo l‘annuncio dell‘acquisizione di Manutencoop, operazione che porterà al raddoppio di fatturato. I volumi scambiati sono già pari a sei volte la media giornaliera dell‘ultimo mese.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below