7 aprile 2009 / 11:18 / tra 9 anni

Borsa Milano prosegue in calo, realizzi su banche, giù Seat

MILANO, 7 aprile (Reuters) - Borsa Milano arriva al giro di boa di metà seduta in calo, appesantita dalle prese di profitto sui bancari in un mercato che attende con estrema cautela l‘avvio della stagione delle trimestrali Usa.

“C’è molta attesa sui primi risultati americani del 2009. Sono ampiamente previsti numeri negativi, ma il timore di brutte sorprese induce a realizzare gli ultimi guadagni soprattutto su quei settore che hanno trainato il recente rally, come i bancari”, commenta un‘operatrice.

Oltre ai bancari l‘indice risente della debolezza di alcuni energetici e industriali, mentre Seat, protagonista di violenti sbalzi, affonda alla vigilia della fine della negoziazione dei diritti sull‘aumento di capitale.

Poco dopo le 13,00 l‘indice S&P/Mib .SPMIB cede l‘1,7%, il Mibtel .MIBTEL l‘1,2% e l‘AllStars .ALLST lo 0,31%. Volumi attorno a 1,2 miliardi di euro

L‘indice europeo DJ Stoxx 600 è in calo dell‘1,3% circa, mentre i futures sugli indici della borsa Usa arretrano di oltre un punto percentuale, lasciando intravedere un‘apertura negativa a Wall Street.

* In un panorama europeo di settore negativo (Stoxx -3,3%), pesanti i bancari INTESA SANPAOLO (ISP.MI) (-5%), BANCO POPOLARE BPAO.MI (-4,4%), e UNICREDIT (CRDI.MI) (-3,6%).

* Sprofonda SEAT PGIT.MI su movimenti di natura tecnica in vista della fine della negozziazione dei diritti di opzione per l‘aumento di capitale. Gli operatori segnalano la fine delle ricoperture dopo il “forte short” che ha caratterizzato questa operazione. Il titolo è in asta di volatilità con un teorico -31,9%.

“Le banche hanno dato forti ordini di vendita dei diritti dei retailer che non hanno dato indicazioni sulla partecipazione o meno all‘aumento di capitale”, dice un trader segnalando il forte calo dei diritti PGIT_r.MI.

“I fondamentali non sostengono di certo il titolo”, aggiunge il trader.

Centrobanca ha rivisto il rating sul titolo a “overvalued” da “neutral”, abbassando anche il target price a 0,33 da 0,46 euro“ a causa della revisione degli utili e di un ulteriore taglio del rating sul settore”, si legge in una nota della casa d‘affari del gruppo Ubi.

* Forte PIRELLI PECI.MI in rialzo di oltre il 5% mentre nella sale operative continuano a parlare di un “riposizionamento” anche sulla scorta dei segnali del recupero del setttore auto. Nelle ultime cinque sedute, esclusa la performance odierna, Pirelli ha guadagnato il 25%.

* Riprende quota FINMECCANICA SIFI.MI in rialzo dell‘1,3%, penalizzata in avvio seduta dai timori sulla possibile interruzione del programma di fornitura dell‘elicottero presidenziale alla difesa Usa. In mattinata il gruppo italiano ha annunciato il perfezionamento di nuovi accordi in Russia.

* Debole invece ENI (ENI.MI), altro gruppo italiano al centro di accordi nel bilaterale Italia-Russia, nel giorno della firma dell‘intesa con Gazprom per il riacquisto da parte di quest‘ultima della quota del 20% du Gazpron Neft.

A doppia velocità il resto dei petroliferi con SAIPEM (SPMI.MI) in calo di oltre il 3% mentre SARAS (SRS.MI) balza del 4,6%.

* FIAT FIA.MI cede il 2% circa in linea al calo delle auto europee. Sul titolo pesa il downgrade a “hold ”da “buy” di Rbs con target price tagliato a 7,50 da 8 euro, mentre Ubs ha rimosso il titolo dal “buy” di breve periodo e dalla sua lista dei titoli auto europei “most preferred”, ma ha alzato il prezzo obiettivo a 7 euro.

* Tra i titoli più piccoli INDESIT IND.MI in gran spolvero anche oggi, ma sotto i massimi, mentre EUTELIA EUT.MI è in asta di volatilità dopo l‘ok al nuovo piano industriale ieri.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below