25 aprile 2014 / 10:45 / 4 anni fa

Borsa Milano conferma cali su pressioni mercati per Ucraina, bene Mediaset

MILANO, 25 aprile (Reuters) - In una seduta semifestiva, dagli scambi sottili, Piazza Affari conferma le perdite dell‘avvio, insieme alle altre piazze continentali, sull‘escalation delle tensioni in Ucraina.

Secondo alcune fonti, il presidente americano, Barack Obama, dovrebbe rivolgersi nel corso della giornata ai leader europei per sollecitare l‘Ue a imporre nuove sanzioni contro la Russia nell‘ambito della crisi ucraina.

“Tutto il mercato è sotto pressione per l‘Ucraina con i timori di un attacco della Russia che aumentano”, commenta un trader che cita anche i downgrade sulla Russia da parte delle agenzie di rating.

In questo contesto è scarsa la reazione della borsa milanese della decisione annunciata questa mattina dall‘agenzia Fitch di rivedere al rialzo l‘outlook sul rating sovrano dell‘Italia a ‘stabile’ da ‘negativo’ confermando il merito di credito al livello BBB+.

Una mossa attesa, anche se positiva, e che comunque arriva dopo l‘ampio rally già realizzato dal mercato italiano proprio su un miglioramento delle prospettive sull‘Italia, secondo gli analisti.

Attorno alle 12,30 l‘indice FTSEMib cede lo 0,68% e l‘Allshare lo 0,62%

L‘indice europeo FTSEurofirst 300 arretra dello 0,3% con l‘indice Dax della borsa tedesca, la più penalizzata dalle tensioni in Ucraina, in calo dello 0,7% circa.

A Milano i volumi sono sotto gli 800 milioni di euro.

Debole l‘andamento del futures sul FTSE Mib che viaggia intorno a 21.390 punti e anche i derivati sugli indici azionari americani puntano ad un avvio di Wall Street in calo.

Il listino milanese mostra ribassi generalizzati su tuti i settori con bancari e telefonici tra i più venduti. Nel credito, comparto protagonista del recente rally della borsa, BANCO POPOLARE e UBI perdono attorno all‘1,5% mentre UNICREDIT e INTESA SANPAOLO attorno all‘1,2%. Tutto il comparto europeo è debole (Stoxx -0,9%) e vede Deutsche Bank in decisa perdita sulle indiscrezioni di un possibile un aumento di capitale da 5 miliardi di euro per far fronte agli stress test europei e alle nuove norme sul capitale.

Venduta anche TELECOM ITALIA (-1,8%) nonostante Deutsche Bank abbia alzato il target price a 1 euro, confermando il giudizio “buy”.

Ribassi anche nel lusso e retail con YOOX e WORLD DUTY FREE, i peggiori del paniere principale, in discesa rispettivamente dell01,6% e del 2%.

Tra i pochi spunti positivi MEDIASET sale del 2,3% mentre la stampa rilancia le indiscrezioni su trattative per l‘ingresso di Al Jazeera e Canal Plus nel capitale di Mediaset Premium. La società di Cologno Monzese ieri sera ha precisato di non aver concluso alcuna operazione riguardante lo sviluppo delle attività nella pay tv del gruppo a livello internazionale, ma, secondo un trader, “ha confermato di fatto i rumors”.

“L‘operazione sarebbe comunque positiva in quanto consente di dare un valore alla pay-tv di Mediaset”, aggiunge.

Bene anche SAIPEM (+1,5%) già premiata ieri dopo i risultati del primo trimestre, in linea con le attese, e la conferma dei target. Alla luce dei conti diversi broker hanno aggiornato giudizi e target price. Tra questi Kepler Cheuvreux ha alzato il rating a ‘buy’ da ‘hold’ con target price rivisto a 22,5 da 18 euro. Al contrario Barclays ha tagliato la raccomandazione a ‘equalweight’ da ‘overweight’.

“Nonostante l‘incidente avvenuto in Brasile all‘inizio di questo anno sul progetto P55, con un impatto di circa 40 milioni di euro Saipem ha mantenuto le guidance di EBIT e net debt grazie al contributo positivo delle assegnazioni di nuovi contratti, i cui effetti si manifesteranno già nel corso del 2014”, sottolinea ICBPI in una nota confermando la “view positiva” sul titolo.

Positive anche PRYSMIAM (+0,8%) che ieri ha comunicato l‘aggiudicazione di una nuova commessa da 40 milioni in Irlanda, e STM (+1,1%) che beneficia del buon momento attraversato dai tecnologici, soprattutto Usa.

Fuori dal listino principale, acquisti sui titoli del comparto elettrodomestici dopo la svedese Electrolux ha rivisto al rialzo le previsioni di domanda in Europa dopo avere registrato un aumento di utili del primo trimestre superiore alle attese. INDESIT guadagna un punto percentuale circa, BIALETTI il 2,4%, BEGHELLI l‘1,8%.

Tra i temi della giornata COBRA balza del 5% dopo le indiscrezioni stampa di un‘offerta da parte Palamon Capital Partners. L‘azionista di riferimento INTEK destinataria, secondo il Sole 24 Ore, della proposta di acquisto del private equity, guadagna il 4%. L‘offerta, per il quotidiano che cita indiscrezioni circolate in ambienti finanziari londinesi, sarebbe in linea con le attuali valutazioni di borsa.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

** AZIONARIO ITALIANO ** I prezzi delle azioni trattate sul mercato telematico italiano possono essere visualizzati con un doppio click sui seguenti codici ........

Market statistics................................ 20 maggiori rialzi (in percentuale).............. 20 maggiori ribassi (in percentuale).............

Indice FTSE IT Allshare Indice FTSE Mib....... Indice FTSE Italia Star Indice FTSE Italia Mid Cap... Indice FTSE Italia Small Cap Indice FTSE Italia Micro Cap. Guida per azionario Italia....

** DERIVATI DI BORSA ** Futures su FTSE Mib..........<0#IFS:> Mini FTSE Mib.................<0#IFM:> Guida a futures e opzioni.... Guida a opzioni..............

** BORSE EUROPEE ** Commento su titoli europei ........ Speed guide borse europee.......... Indici pan europei ........ Dati analitici paneuropei... Indice FTSEurofirst 300.......... Indice Stoxx..................... Indice Eurostoxx................. Maggiori rialzi/ribassi settori Stoxx ........ Maggiori rialzi/ribassi settori Eurostoxx..... 10 maggiori rialzi/ribassi titoli Stoxx....... 10 maggiori rialzi/ribassi titoli Euro Stoxx.. 25 maggiori rialzi europei......... 25 maggiori ribassi europei........ 25 titoli più attivi in valore ....

Guida a informazioni Reuters ....... Guida a azionario .................. Chain degli indici italiani

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below