12 luglio 2013 / 10:20 / 4 anni fa

Borsa Milano prosegue lieve rialzo, pesano ribassi Enel e Telecom

MILANO, 12 luglio (Reuters) - Piazza Affari prosegue incerta, in lieve rialzo, penalizzata dall‘incertezza sul paese conseguenza del taglio del rating di S&P’s tre giorni fa.

“Su di noi pesa il downgrade di S&P‘s”, osserva un trader, mentre un altro, più pessimista, teme che “il mercato stia scontando qualcosa di negativo, come una manovra extra. Lo stesso era acaduto martedì scorso prima del taglio dell‘agenzia di rating”.

Intorno alle 12,20 l‘indice FTSE Mib sale dello 0,17%, l‘Allshare dello 0,26%. Vanno meglio le altre borse: Francoforte sale dello 0,77%, Londra dello 0,34% e Parigi dello 0,20%. Volumi sempre molto contenuti pari a poco pià di 500 milioni di euro.

Fra i più colpiti, ENEL che perde il 3% circa, penalizzata dal downgrade di S&P’s che ieri sera ha portato il rating a lungo termine a BBB da BBB+ con outlook stabile. Male anche la controllata nelle rinnovabili ENEL GREEN POWER che arretra del 2,66%. A pesare su Enel anche l‘attesa per la prossima riforma del settore energetico in Spagna che avrà conseguenze sulle società del comparto e quindi anche sulla controllata Endesa.

In deciso calo anche SNAM e TERNA che cedono rispettivamente l‘1,33% e il 2,4% sulla scia del taglio del rating sempre da parte dell‘agenzia Usa a BBB+ da A- con outlook negativo.

Per contro tonica ENI in salita del 2% circa con un trader che parla “di segnale grafico positivo sul titolo”. In recupero anche SAIPEM in salita dell‘1,7%.

Trascurate le banche, tonica FIAT, pesante TELECOM che cede il 3%. Il titolo risente della decisione ieri dell‘Agcom di tagliare i prezzi di affitto della rete in rame. Un report di Icbpi rileva che “l‘elemento più preoccupante è rappresentato dalle possibili ripercussioni sul progetto di societarizzazione della rete”.

Fra i minori, DADA cede oltre il 13% sulla scia dell‘accordo annunciato ieri da RCS di cedere la società per 58 milioni. Oggi il titolo della società editoriale perde oltre il 2%, mentre c‘è attesa di conoscere chi ha rilevato i diritti inoptati in asta ieri. Alcuni quotidiani fanno il nome di Urbano Cairo.

In forte rialzo ERGYCAP (+7,7%), bene anche KINEKIA (+2,45%) sulle indiscrezioni di un interesse da parte di A2A e di un‘azienda cinese per rilevare la controllata Waste Italia.

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below