11 luglio 2013 / 15:59 / 4 anni fa

Borsa Milano chiude piatta, pesa incertezza politica, bene Mediaset, Bpm

MILANO, 11 luglio (Reuters) - Piazza Affari non partecipa al rialzo degli altri mercati, sostenuti dalle parole di Ben Bernanke che ha escluso un rientro della Fed dal piano di acquisto di titoli di Stato nell‘immediato, e chiude piatta dopo un avvio positivo.

Milano è stata zavorrata dall‘attuale incertezza politica che si è riflessa anche sui risultati dell‘asta odierna di Btp a 3 e 30 anni e di Ccteu con i governativi che appaiono oggi meno appetibili.

L‘indice FTSE Mib ha chiuso invariato, l‘Allshare ha guadagnato lo 0,07%. Volumi per 1,44 miliardi. Rialzi superiori all‘1% per Francoforte e allo 0,5% per Londra e Parigi.

* In gran spolvero MEDIASET, ma con volumi non brillanti, dopo che il vice presidente Pier Silvio Berlusconi ha dichiarato in un‘intervista a Il Sole 24 Ore che la società sta guardando all‘estero per trovare nuovi ricavi anche se non c‘è nulla di concreto.

* Tra le banche spicca anche oggi POP MILANO, con volumi pari a 1,3 volte la media mensile, ancora sull‘onda lunga delle parole di Ignazio Visco di ieri in cui sollecitava la necessità di trasformare le popolari in SpA, tema particolarmente attuale per l‘istituto lombardo. Miste le altre banche a fronte di uno stoxx di settore che sale dello 0,34%.

* ENI fa un po’ meglio del settore in Europa mentre è debole ENEL, il cui target price è stato portato a 3,8 euro da 4 da Citigroup. Vendute ENEL GREEN POWER, TERNA e SNAM : un trader cita un report di un broker estero che consigliava di vendere i tre titoli a beneficio di Enel.

* Dopo una brusca sbandata fino a -3,3%, SAIPEM ha chiuso in rialzo dello 0,90%. La società ha rassicurato il mercato sul fatto che non ci sarà alcun impatto finanziario dalla sentenza di oggi del Tribunale di Milano che ha stabilito una sanzione da 600.000 euro e una confisca per 24,5 milioni nell‘ambito del processo per presunte tangenti in NIgeria.

* Lettera su RCS nel giorno in cui si è esaurita la vendita dei diritti inoptati con un giallo sul possibile acquirente.

* MAIRE TECNIMONT balza di oltre il 20% nell‘ultimo giorno di negoziazione dei diritti dell‘aumento di capitale che sono balzati del 369%. La società ha annunciato anche una commessa all‘estero da 137 milioni di euro.

* Spunti in denaro su Arena, venduta LANDI RENZO , bocciata a ‘sell’ da Banca Akros.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below