9 luglio 2013 / 10:29 / 4 anni fa

Borsa Milano positiva su scia parole Draghi, bene Fiat, giù Mediaset

MILANO, 9 luglio (Reuters) - Piazza Affari viaggia al rialzo a fine mattina con volumi tutto sommato superiori alla media estiva e spunti selettivi in acquisto su singoli titoli.

Il mercato sfrutta ancora una volta le parole del presidente della Bce Mario Draghi che ieri è tornato a ribadire uno scenario di tassi europei bassi, unitamente alla buona intonazione di Wall Street e delle borse asiatiche.

“Il denaro è giustificato dall‘eccessivo sell-off dei giorni precedenti. Da quando Draghi ha parlato la scorsa settimana c‘è l‘idea di un mercato più controllato, con un progetto, e una Bce sul modello della Fed”, spiega un trader.

Intorno alle 12,15 l‘indice FTSE Mib sale dello 0,44% così come l‘Allshare. Migliori Londra e Francoforte, in linea Parigi. Volumi per 588 milioni di euro circa.

* FIAT è tra i titoli migliori del listino principale. Il focus è sulle trattative con Veba per la quota residua in Chrysler, spiega un trader.

Entro questo mese - ricorda il daily report di Icbpi - dovrebbe arrivare il parere del tribunale del Delaware sul prezzo di acquisto anche se non viene escluso un accordo extra giudiziale prima. Aspettativa di fatto avvalorata dalle dichiarazioni di ieri del Ceo Sergio Marchionne che ha espresso l‘auspicio di chiudere al più presto.

* Debole MEDIASET sugli scudi nelle ultime sedute. Oggi Il Corriere ipotizza che i tempi dell‘interdizione per Silvio Berlusconi legati al processo Mediaset potrebbero allungarsi. “Curiosamente il titolo era salito in concomitanza con le sentenze sfavorevoli a Berlusconi. Probabilmente il mercato si posizionava per eventuali novità sulla società. Oggi che c‘è questa notizia, fa il movimento opposto”, osserva un trader. Da inizio mese Mediaset è nettamente il titolo migliore del listino principale con un +36%.

* Si sgonfia rispetto alla mattinata l‘entusiasmo per i titoli del LUSSO, che comunque restano positivi, innescato dall‘acquisizione di Loro Piana da parte di Lvmh.

“I driver del mercato nei prossimi mesi saranno principalmente due”, osserva Vincenzo Longo di IG. “In primo luogo la debolezza dell‘euro soprattutto rispetto al dollaro statunitense dovrebbe aiutare a mantenere intatti i flussi commerciali verso gli Usa, in secondo luogo ci aspettiamo che la crisi possa creare ulteriori opportunità di M&A che vanno ad alimentare la speculazione di Borsa”.

Rialzi superiori all‘1% per TOD‘S e FERRAGAMO e al 2% per CUCINELLI.

* Rientra nei ranghi RCS dopo il +10% sfiorato in mattinata: il rialzo è stato motivato da un trader in vista dell‘avvio dell‘asta dell‘inoptato, sicuramente più appetibile con un titolo ben sopra il prezzo di sottoscrizione dell‘aumento di capitale di 1,235 euro.

* Sopra i minimi BUZZI che stamane ha annunciato un bond convertibile fino a 200 milioni.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

*

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below