2 agosto 2012 / 11:04 / 5 anni fa

Borsa Milano in rialzo attende Bce, bene banche, Telecom Italia

MILANO, 2 agosto (Reuters) - Piazza Affari, insieme alle altre borse europee, aspetta in rialzo, non senza incertezze, l‘esito della riunione della Bce e della successiva conferenza conferenza stampa.

L‘appuntamento odierno della Banca centrale europea è carico di aspettative dopo le dichiarazioni della scorsa settimana del presidente Mario Draghi che ha garantito che Francoforte farà il necessario a tutela dell‘euro, ma il mercato teme che gli impegni presi da Draghi non si tradurranno in immediati atti concreti.

Intanto qualche segnale incoraggiante è arrivato dall‘asta spagnola su titoli di Stato che ha mostrato una domanda solida anche se con rendimenti crescenti e nonostante i dubbi del mercato sulle mosse della Bce.

“Il mercato ha paura che nonostante le promesse non arriveranno grosse novità dalla Bce”, dice un trader.

“L‘asta spagnola ha fatto bene ma ora i riflettori sono puntati su Francoforte per vedere se alle parole seguiranno i fatti”, aggiunge.

Alle 12,50 circa il FTSE Mib è in rialzo dello 0,7% e il FTSE All Share dello 0,6%. I volumi pari a 570 milioni di euro circa.

L‘indice benchmark europeoFTSEurofirst 300 avanza dello 0,4% con Milano e Madrid le migliori tra le principali piazze continentali.

In rialzo il futures sul FTSE Mib, in rialzo dello 0,75% a 14.020 punti.

* All‘interno del listino milanese TELECOM ITALIA sale dell‘1,6%, sotto i massimi di seduta, dopo avere annunciato una semestrale con risultati in linea con le previsioni degli analisti e rassicurato il mercato sulla sostenibilità della politica dei dividendi e del debito.

* In recupero il comparto bancario contribuendo in maniera rilevante al migliore andamento dell‘indice principale della borsa milanese rispetto agli altri mercati.

Tonica UNICREDIT, +2,4% seguita da INTESA SANPAOLO a +1,3%. In netta controtendenza MEDIOBANCA , -1,6%, penalizzata dalla notizia che l‘AD Alberto Nagel è indagato per ostacolo alle autorità di vigilanza nella vicenda Fonsai /Unipol..

* GENERALI avanza dell‘1,3% dopo i dati semestrali e le dichiarazioni del Cfo, Raffaele Agrusti, secondo cui la compagnia non ha in programma un aumento di capitale.

* All‘indomani delle semestrali ENI sale dell‘1,3%, mentre viceversa A2A cede il 2% circa.

* Rimbalza MEDIASET, +2,1% dopo lo scivolone di ieri.

* Fuori dal paniere principale perdono oltre il 3% FONSAI e UNIPOL dopo che gli aumenti di capitale delle due compagne hanno visto inoptati il 31,7% e il 27,13% delle rispettive azioni ordinarie, un totale consistente anche se atteso dal mercato.

I titoli risentono del rischio ‘overhang’, ovvero dell‘eccesso di carta che verrà riversato probabilmente nei prossimi mesi, soprattutto sulle quote in pancia a Mediobanca e UniCredit che dovranno essere cedute, spiega un trader.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia



0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below