23 luglio 2012 / 07:31 / 5 anni fa

Borsa apre pesante, depressa da bancari, Ftse Mib cede oltre 2%

MILANO, 23 luglio (Reuters) - Apertura molto pesante per l‘Italia sui mercati finanziari: la borsa milanese è arrivata a cedere due punti percentuali nelle prime battute, depressa dalle vendite sui finanziari, con l‘indice di settore relativo agli istituti di credito della zona euro che è arrivato a cedere oltre due punti percentuali.

Contestualmente, il differenziale di rendimento fra decennali italiani e tedeschi è tornato sugli stessi livelli dall‘11 gennaio, a 527 punti base e l‘euro arretra intorno alla soglia di 1,21 dollari.

Tengono banco i timori che la Spagna debba essere costretta a chiedere una seconda tornata di aiuti internazionali dopo che una seconda regione in difficoltà, la Murcia, sembra pronta a fare appello al governo centrale di Madrid.

Nelle prime battute l‘indice benchmark FTSE Mib arriva a cedere oltre il 2% con UNICREDIT, MPS , MEDIOBANCA, INTESA SP, BANCO POPOLARE e GENERALI in asta di volatilità per eccesso di ribasso. L‘indice Eurofirst300 arretra dell‘1,3%.

Furoi dal paniere principale FONDIARIA-SAI e UNIPOL estendono il rialzo di venerdì mentre invertono rotta i diritti relativi ai due aumenti di capitale con quelli della prima che girano al rialzo mentre i diritti della compagnia bolognese che cedono circa il 6%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below