19 dicembre 2011 / 10:23 / 6 anni fa

Borsa Milano in allungo su spinta bancari, bene Impregilo

MILANO, 19 dicembre (Reuters) - Piazza Affari prosegue in rialzo grazie ai progressi dei bancari in un clima di moderati guadagni su tutte le borse europee.

I mercati scontano i timori legati alla minaccia declassamento del rating di Francia e altri sei paesi europei da parte di Fitch ma trovano incoraggiamento dalle parole dal consigliere delle Bce, Christian Noyer, secondo cui la banca centrale europea interverrà per contenere la crisi di liquidità che minaccia la stabilità del sistema bancario, anche se un ampiamento del programma di acquisto di bond resta “ben oltre” il suo ruolo di prestatore di ultima istanza.

“Le dichiarazioni di Noyer possono essere lette in modo positivo ma lo spread (Btp-Bund) è ancora sopra 500 punti. E’ un mercato cauto con luci e ombre e comunque siamo in un clima semifestivo e gli scambi sono rarefatti”, commenta un trader.

Alle 11,05 l‘indice FTSE Mib è in rialzo dell‘1,09% e l‘Allshare dello 0,94%. Volumi sottili, pari a 355 milioni di euro. Il benchmark europeo FTSEurofirst 300 avanza dello 0,57%, * Si muovono bene i bancari, ad accezione di qualche popolare, con rialzi tra il 2% e il 4%, ma gli operatori non segnalano motivi specifici delle performance delle banche italiane in un contesto di settore europeo poco mosso (Stoxx +0,28%).

“Si potrebbe dire che il mercato sta ringranziando il governo Monti per il suo lavoro”, suggerisce un trader.

“Non vedo ragioni particolari, le banche italiane sono state massacrate ultimamente”, aggiunge un altro trader.

* UNICREDIT balza del 4,6% dopo che secondo indiscrezioni stampa la Fondazione Crt sta valutando diverse opzioni tra cui la cessione di alcuni asset in portafoglio non ritenuti più strategici per partecipare all‘aumento di capitale della banca. “Era atteso ma rassicura ulteriormente il mercato sulla ricapitalizzazione di Unicredit”, dice un trader

* MPS in rialzo del 3,6% circa dopo che la Fondazione Mps, a cui fa capo il controllo della banca senese, ha firmato accordi per una moratoria al 15 marzo sul suo debito verso undici banche e di un contratto derivato con Mediobanca , mentre sta ancora trattando per un accordo analogo con Credit Suisse.

* Bene anche BANCO POPOLARE (+2,5%) e UBI (+2%) mentre si distinge in negativo POP EMILIA in calo di oltre il 2%.

* Acquisti su IMPREGILO (+2,9%) al centro delle mire di Gavio - che secondo la stampa avrebbe rilanciato l‘offerta per acquisire le quote di Atlantia e Ligresti in Igli a 3,6% - e di Saini, che avrebbe pronto un piano di integrazione.

*FONSAI, da oggi fuori dal paniere FTSE Mib sostitutita da FEARRAGAMO (-0,6%), balza di quasi il 5% spinta dall‘interesse di alcuni fondi nel quadro delle operazioni di rafforzamento patrimoniale delle compagnia.

* Ribassi tra i titoli del settore automotive ed energia. Tra gli altri comparti MEDIASET cede l‘1,5% ma TELECOM ITALIA MEDIA sale dello 0,6% mentre il governo sarebbe intenzionato a sospendere il beauty contest per l‘assegnazione delle frqquenze tv a titolo gratutito e a considerare un‘asta competitiva a pagamento.

* Tra i minori vola BIANCAMANO che è in asta di volatilità con un teorico +11,2% dopo la notizia che, tramite una controlata, si è aggiudicata la gara d‘appalto indetta dal comune di San Cesareo, un contratto di 5 anni di un controvalore complessivo di 8,8 milioni.

* Non riesce ad aprire il titolo JUVENTUS nel giorno dell‘avvio dell‘aumento di capitale.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below