9 novembre 2011 / 16:49 / tra 6 anni

Borsa Milano in netto calo su crisi debito, precipita Mediaset

MILANO, 9 novembre (Reuters) - Piazza Affari archivia la seduta in netto ribasso, affossata dall‘andamento dello spread fra i rendimenti dei bond decennali italiano e tedesco, con relativo balzo del rendimento del Btp oltre la soglia del 7%.

Gli operatori sottolineano come l‘ottimismo di ieri, alimentato dall‘attesa di dimissioni dalla carica di presidente del Consiglio da parte di Silvio Berlusconi, sia stato messo rapidamente alle spalle, superato dal precipitare della crisi del debito.

In una breve nota pubblicata a commento della situazione politica italiana, un broker estero sottolinea che “due settimane rappresentano un lasso di tempo troppo breve per approvare le misure richieste dai partner Ue, in particolare quelle relative a mercato del lavoro, privatizzazioni e liberalizzazioni”.

Secondo un broker italiano, “non è troppo tardi per risolvere i problemi dell‘Italia”, ma lo spread oltre 500 punti base pone il paese “sul ciglio di un disastro finanziario”, una situazione che spinge ad “un cambio di leadership politica imminente”, il cui timing è cruciale per ritrovare fiducia.

Un altro broker estero scrive che ci sono due modi tramite i quali Roma può recuperare la fiducia dei mercati: chiedere aiuto ad un‘istituzione internazionale o impegnarsi concretamente nelle riforme. Sul primo punto, “se l‘Italia potesse accedere ad una linea di credito precauzionale, lancerebbe un segnale positivo ai mercati e aprirebbe la strada all‘accesso alla liquidità del Fmi”. Per quanto riguarda l‘impegno sulle riforme, “uno sviluppo positivo sarebbe affidare la guida del governo ad un tecnocrate”.

In chiusura, l‘indice Ftse Mib ha perso il 3,78%, riuscendo nel finale a riconquistare quota 15.000 punti (15.071,77 punti alla fine, 14.864,57 il minimo intraday). L‘AllShare è arretrato del 3,63% e il Mid Cap del 3,57%. Volumi per un controvalore di circa 2,5 miliardi di euro.

In Europa, l‘indice Ftseurofirst 300 ha chiuso in ribasso dell‘1,72%.

* Crollo di MEDIASET (-12,04%), titolo ‘sensibile’ alle vicende politiche e alla parabola di Berlusconi. Secondo trader e analisti, il Biscione ha pagato dazio anche all‘outlook, comunicato ieri, in occasione della pubblicazione dei risultati del terzo trimestre.

* Galvanizzate ieri dal mini-recupero dello spread, le banche sono tornate in picchiata. UNICREDIT è arretrata del 6,81%, UBI del 5,86%, BANCO POPOLARE del 5,31%, MONTEPASCHI del 4,92%, POPOLARE MILANO del 6,11% e MEDIOBANCA del 4,29%. Dopo il rally di ieri, conseguenza dei risultati trimestrali, INTESA SANPAOLO si è allineata al comparto: -4,25%. In una nota a commento dei risultati, Nomura - che su Intesa ha rating ‘neutral’ - sottolinea la solidità dei numeri e il contesto difficile in cui opera la banca guidata da Corrado Passera.

* LOTTOMATICA (-7,62%) penalizzata dall‘annuncio che, dal 2012, le vincite sopra i 500 euro saranno tassate al 6%. Diversi broker hanno tagliato rating e target price.

* Pesanti le società che, secondo l‘interpretazione dei trader, sono considerate ‘sistemiche’, ovvero legate al sistema-paese, come ATLANTIA (-6,22%), ENEL (-5,35%, nella giornata in cui ha pubblicato i risultati dei primi nove mesi), FINMECCANICA (-5,83%), TELECOM ITALIA (-4,5%) e l‘intera galassia del Lingotto (EXOR -5,13%, FIAT INDUSTRIAL -5,27% e FIAT -5,07%).

* IMPREGILO ha lasciato sul terreno il 5,47%, nella giornata in cui ha annunciato i risultati dei primi nove mesi

* Nel disastro generale, perdite limitate per i petroliferi (TENARIS -0,16%, SAIPEM -1,55% ed ENI -1,88%) e per i tradizionali comparti difensivi (CAMPARI -0,8% e SNAM -2,52%).

* PIRELLI fuori dal coro (-0,08%), grazie ai risultati dei primi nove mesi e, soprattutto, ai target contenuti nel piano industriale al 2015.

* Tra le small e mid cap, volo di AEFFE (+17,55%), sostenuto dai risultati dei primi nove mesi.

* A picco SEAT PAGINE GIALLE (-7,06%), nella giornata in cui ha comunicato i risultati dei primi nove mesi e confermato le attese sul 2011.

* La JUVENTUS ha lasciato sul terreno il 7,41%, il giorno dopo la sentenza di Napoli che ha condannato l‘ex direttore generale Luciano Moggi a cinque anni e quattro mesi per associazione a delinquere.

(Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02 66129709, Reuters messaging: massimo.gaia.reuters.com@reuters.net) Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

<^AZIONARIO ITALIANO ** I prezzi delle azioni trattate sul mercato telematico italiano possono essere visualizzati con un doppio click sui seguenti codici ........ <0#CONT.MI> <0#CONT1.MI> <0#CONT2.MI>

<0#CONT3.MI> <0#CONT4.MI> <0#CONT5.MI>

<0#CONT6.MI>

Market statistics................................ 20 maggiori rialzi (in percentuale).............. 20 maggiori ribassi (in percentuale).............

Indice FTSE IT Allshare Indice FTSE Mib....... Indice FTSE Italia Star Indice FTSE Italia Mid Cap... Indice FTSE Italia Small Cap Indice FTSE Italia Micro Cap. Guida per azionario Italia....

** DERIVATI DI BORSA ** Futures su FTSE Mib..........<0#IFS:> Mini FTSE Mib.................<0#IFM:> Guida a futures e opzioni.... Guida a opzioni..............

** BORSE EUROPEE ** Commento su titoli europei ........ Speed guide borse europee.......... Indici pan europei ........ Dati analitici paneuropei... Indice FTSEurofirst 300.......... Indice Stoxx..................... Indice Eurostoxx................. Maggiori rialzi/ribassi settori Stoxx ........ Maggiori rialzi/ribassi settori Eurostoxx..... 10 maggiori rialzi/ribassi titoli Stoxx....... 10 maggiori rialzi/ribassi titoli Euro Stoxx.. 25 maggiori rialzi europei......... 25 maggiori ribassi europei........ 25 titoli più attivi in valore ....

Guida a informazioni Reuters ....... Guida a azionario .................. Chain degli indici italiani <0#.INDEX.IT>))

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below