6 ottobre 2009 / 11:10 / tra 8 anni

Borsa Milano consolida rialzi con banche, corre Mondadori

MILANO, 6 ottobre (Reuters) - La borsa milanese consolida i guadagni al giro di boa di una seduta tonica su tutte le piazze europee spinte dalle banche.

Torna l‘interesse sul comparto bancario europeo grazie ad un report positivo di Bank of America-Merrill Lynch che ha alzato il giudizio a “overweight”. Per il resto, dalle sale operative non segnalano particolari spunti di interesse

“Ritorna l‘attenzione sui bancari nonostante le grosse operazioni di aumenti di capitali che ci sono in giro”, commenta un‘operatrice.

“Sui mercati c’è parecchia iquidità che sta prendendo il sopravvento”, aggiunge.

Poco prima delle 13,00 l‘indice FTSE Mib .FTMIB segna un rialzo dell‘1,72%, l‘Allshare .FTITLMS dell‘1,66%, il Mid Cap .FTITMC dell‘1,43%%. Volumi attorno a 1,3 miliardi di euro.

In rialzo anche l‘indice europeo Stoxx 600 (+1,33% a 239 punti) che Deutsche Bank vede a quota 225 punti a fine anno dalla precedente stima di 210 punti.

A Wall Street viaggiano in territorio positivo i futures sui principali indici di borsa.

* Sull‘FTSE Mib gli acquisti sui bancari si indirizzano principalmente su POP MILANO PMII.MI (+4,15%) e INTESA SANPAOLO (ISP.MI) (+3%).

Su quest‘ultima un‘operatrice cita un giudizio positivo di una Sim italiana.

Un altro trader chiama in causa rumour di stampa su ricambi al vertice di Eurizon Capital legati alle ipotesi di un‘eventuale vendita futura della Srg del gruppo.

“Lo considero improbabile. E’ un asset molto difficile da vendere”, commenta l‘operatrice.

* Tra le altre UBI BANCA (UBI.MI) sale del 2%, MEDIOBANCA (MDBI.MI) dell‘1,6%, UNICREDIT (CRDI.MI) dell‘1,4%.

* Nel resto dei finanziari brilla MEDIOLANUM MED.MI (+2,7%) in attesa dei dati mensili sulla raccolta dei fondi e sulle attese relative alle opportunità offerte dallo scudo fiscale, ricordano nelle sale operative.

In particolare, anche grazie al provvedimento sul rientro dei capitali, Banca Esperia, la JV con Mediobanca (MDBI.MI) potrà registrare risultati in miglioramento e oltre gli obiettivi, secondo quanto ha dichiarato alla stampa l‘AD Andrea Cingoli.

* Nell‘asset management da segnalare inoltre i rialzi di quasi il 4% per BANCA GENERALI (BGN.MI) e AZIMUT (AZMT.MI)

* L‘interesse sui finanziari si estende anche alle assicurazioni con GENERALI (GASI.MI) in rialzo dell‘1,5%, in linea al settore europeo, dopo che Ubs ha alzato il target price a 18,5 euro, confermando “neutral”.

* Tra i titoli coinvolti nella vicenda del ‘Lodo Mondadori’, protagonisti della seduta di ieri, si rafforza MONDADORI (MOED.MI) in rialzo del 5%. Centrobanca ha alzato il giudizio a “buy” da “hold” con target rivisto a 3,9 euro da 3,2 euro sulla scorta della revisione delle stime per il 2009-11 e al re-rating sul settore media.

Sempre sul fronte Fininvest, MEDIASET (MS.MI) sale dell‘1%.

Più cauta CIR (CIRX.MI), la holding del gruppo De Benedetti che secondo i giudici deve incassare un maxi-risarcimento dal gruppo Fininvest per 750 milioni, in progresso dello 0,7% dopo il balzo di oltre l‘8% ieri.

* Nel comparto petrolifero, in primo piano SAIPEM (SPMI.MI) (+2,8%), ma fa bene anche ENI (ENI.MI) (+1,7%)

* Spunti positivi tra gli industriali con FINMECCANICA SIFI.MI a +2,3% dopo il ralzo del target price di Citigroup a 13,50 euro.

* Tra i titoli minori RISANAMENTO (RN.MI) balza del 7% dopo che le banche creditrici hanno annunciato l‘intenzione di concedere una ulteriore linea di credito fino ad un massimo di 76 milioni di euro.

* Da segnalare inoltre i forti rialzi di SORIN SRN.MI e INDESIT IND.MI.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below