6 novembre 2009 / 17:03 / tra 8 anni

Borsa chiude quasi invariata,giù Fiat,Telecom,strappa B.Popolare

MILANO, 6 novembre (Reuters) - Piazza Affari termina la seduta odierna in lieve calo, penalizzata dal dato sui disoccupati Usa che a ottobre ha superato il 10%.

“Il mercato ha reagito emotivamente a caldo al dato Usa, ma poi un‘analisi più ragionata ha lasciato lo spazio al recupero” dice un operatore.

L‘indice FTSE Mib .FTMIB chiude in calo dello 0,14%, l‘AllShare .FTITLMS dello 0,16% e il MidCap .FTITMC dello 0,12%. Volumi per circa 2,7 miliardi di euro nel finale.

* Brilla nel paniere principale il BANCO POPOLARE BAPO.MI (+3,35%), seguito a qualche distanza da POP MILANO PMII.MI (+1,78%), due istituti che ieri non avevano partecipato al movimento di recupero. “Non ci sono notizie che giustifichino il rialzo del Banco. Forse gli investitori stanno iniziando a considerare che il titolo sia ormai sceso abbastanza in vista dei risultati trimestrali che saranno pubblicati venerdì prossimo”, osserva un trader che cita anche una riduzione del target parte di un broker estero a 6,9 da 7 euro con rating “neutral”.

Il settore delle banche è positivo in Europa .SX7P (+1,4%), mentre è piatto quello delle assicurazioni .SXIP, brillante in avvio di seduta.

* Strappa PRYSMIAN (PRY.MI) (+5,51%), che Bnp Paribas ha alzato a “neutral” da “underperform” dopo che ieri sono stati diffusi i risultati. “Il titolo rimbalza su un supporto intorno a 12,1 euro”, aggiunge un dealer. * In linea con lo stoxx europeo settoriale ENI (ENI.MI) (-0,12%) mentre TENARIS (TENR.MI) che ha chiuso il trimestre con un calo dell‘utile superiore alle attese degli analisti sale dello 0,15. “I risultati non erano molto belli, ma il calo del titolo è limitato dall‘andamento del greggio”, oggi intorno agli 80 dollari al barile, dice una trader.

Debole tutto il settore delle utility. Vendute anche le società del lusso.

* Bene EXOR (EXOR.MI) (+0,73%), mentre la controllata FIAT FIA.MI cede l‘1,48%, in controtendenza rispetto alle auto europee positive .SXAP (+0,82%). L‘AD Sergio Marchionne ha oggi detto che la quotazione di Fiat Auto si farà quando i tempi saranno maturi.

* Scendono TELECOM (TLIT.MI) (-2,1%) e PIRELLI PECI.MI (-1,2%), salite ieri dopo i risultati. “Alle fine i conti erano abbastanza in linea con le attese, oggi ci sono un po’ di realizzi”, dice un trader. Sale invece CAMFIN CAMI.MI (+2,84%) che ha pubblicato i risultati a mercati chiusi e ha indicato il prezzo dell‘aumento di capitale a 0,23 euro.

* Spunti al rialzo su KINEXIA KINX.MI (+7,8%) che ieri sera ha annunciato l‘acquisizione dell‘85,5% di Sei da Asm e l‘ingresso nel mercato del teleriscaldamento. Asm entrerà con il 17% nel capitale di Kinexia.

* Denaro anche su SNAI (SNAI.MI) (+3,57%) sulla scia di un articolo de Il Mondo secondo la prossima settimana il Cda della società lancierà un bond da 350 milioni per sostituire le attuali linee di credito.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below