2 dicembre 2013 / 11:59 / tra 4 anni

Borsa Milano in calo, peggiore d'Europa, pesante Enel

MILANO, 2 dicembre (Reuters) - Piazza Affari, la peggiore in Europa, si stabilizza al ribasso, appesantita dai titoli energetici in un mercato innervosito in mattinata dai contrastanti dati macro europei, tra cui spicca il debole indicatore sull‘attività manifatturiera spagnola.

Per contro la continua crescita dell‘indice Pmi della zona euro mostrata oggi, insieme ai dati sull‘inflazione di venerdì, sostiene l‘ipotesi che la Bce non interverrà nuovamente in senso accomodante in occasione del meeting di politica monetaria in agenda giovedì prossimo.

Soprende in positivo il dato in Italia, dove l‘attività manifatturiera a novembre è salita al ritmo più veloce da due anni e mezzo.

“In generale c‘è un clima di attesa sui mercati alla ricerca di nuovi spunti dal fronte macro anche in vista della fitta agenda settimanale. Tra le borse europee Milano si contraddistingue in negativo per il forte calo di Enel”, spiega un trader.

Critico un secondo trader secondo cui “il solo movimento di Enel non spiega il repentino scivolone dell‘indice nelle prime battute con forti volumi, calo poi parzialmente recuperato ma che sta incidendo sul resto della seduta”.

Alle 12,40 circa il FTSE MIb cede l‘1,4% e l‘Allshare lo 0,96%. Il paniere europeo FTSEurofirst 300 è in calo dello 0,18%. Sull‘azionario milanese i volumi sono fiacchi in linea con la debolezza degli scambi sulle altre borse continentali, e pari a 780 milioni di euro circa.

Il futures sul FTSE Mib perde oltre un punto percentuale a 18.825 punti.

* Pesante ENEL che cede il 3,4% con volumi vivaci sulle incertezze regolamentari nel settore elettrico spagnolo. Il governo di Madrid ha infatti presentato a sorpresa un emendamento che prevede l‘annullamento dei contributi governativi a copertura del deficit tariffario, che potrebbe fare aumentare i costi per le società energetiche.

Secondo gli analisti una delle compagnia più penalizzate dal provvedimento è la controllata di Enel, Endesa.

“Ancora una volta la regolamentazione del settore elettrico in Spagna dimostra che i dubbi non possono essere ignorati”, commenta ESN/Bankia in una nota.

* Enel trascina al ribasso la controllata ENEL GREEN POWER (-1,8%) che non riesce a sfruttare la notizia positiva, comunicata venerdì, di un nuovo contrattto pluriennale di fornitura di energia in Cile.

Appesantito dai titoli italiani e spagnoli l‘indice del settore utility europeo cede lo 0,75%.

* Sul resto degli energetici SAIPEM perde l‘1,6% dopo che JP Morgan ha tagliato il giudizio a “underweight” con un target price ridotto a 18 da 19,5 euro.

* Scattano i realizzi su TELECOM ITALIA (-1,7%) dopo che questa mattina il gruppo ha smentito contatti per la cessione o fusione di Tim Brasil, raffreddando le speculazioni sulla valorizzazione della controllata che avevano avevano spinto in forte rialzo il titolo nell‘ultima seduta.

“Nonostante le precisazioni della società restano le criticità sulla governance del gruppo, specie dopo il recente pronunciamento dell‘Antitrust brasiliano (contraria al rafforzamento di Telefonica in Telco)”, commenta in una nota Icbpi.

* Tra gli altri temi sotto pressione gli industriali FINMECCANICA (-2,1%) e FIAY (-1,3%), con quest‘ultima che attende a borsa chiusa i dati del ministero dei Trasporti sulle immatricolazioni di auto a novembre. Nel lusso, LUXOTTICA perde l‘1,9% circa.

* Tra i pochi spunti positivi sul FTSE Mib, DIASORIN svetta con +1,8% ma con volumi modesti. “Il titolo si muove spesso in controtendenza rispetto al mercato”, ricorda un trader aggiungendo che sul titolo “c‘era un forte scoperto”.

Bene FERRAGAMO (+1,4%) e TOD‘S (+0,3%)

* Fuori dal paniere principale tonica ASTALDI (+0,5%) che ha firmato un contratto da un miliardo di dollari canadesi, pari a circa 694 milioni di euro, per la realizzazione della centrale idroelettrica di Muskrat Falls, in Canada.

* Tra i più piccoli AS ROMA perde quasi il 3% dopo il pareggio a Bergamo che l‘allontana ulteriormenre dalla vetta della classifica di campionato.

* SEAT perde il 4,3% dopo il declassamento del giudizio da parte di Moody‘s, che ritirerà il rating sulla società.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

** AZIONARIO ITALIANO ** I prezzi delle azioni trattate sul mercato telematico italiano possono essere visualizzati con un doppio click sui seguenti codici ........

Market statistics................................ 20 maggiori rialzi (in percentuale).............. 20 maggiori ribassi (in percentuale).............

Indice FTSE IT Allshare Indice FTSE Mib....... Indice FTSE Italia Star Indice FTSE Italia Mid Cap... Indice FTSE Italia Small Cap Indice FTSE Italia Micro Cap. Guida per azionario Italia....

** DERIVATI DI BORSA ** Futures su FTSE Mib..........<0#IFS:> Mini FTSE Mib.................<0#IFM:> Guida a futures e opzioni.... Guida a opzioni..............

** BORSE EUROPEE ** Commento su titoli europei ........ Speed guide borse europee.......... Indici pan europei ........ Dati analitici paneuropei... Indice FTSEurofirst 300.......... Indice Stoxx..................... Indice Eurostoxx................. Maggiori rialzi/ribassi settori Stoxx ........ Maggiori rialzi/ribassi settori Eurostoxx..... 10 maggiori rialzi/ribassi titoli Stoxx....... 10 maggiori rialzi/ribassi titoli Euro Stoxx.. 25 maggiori rialzi europei......... 25 maggiori ribassi europei........ 25 titoli più attivi in valore .... Guida a informazioni Reuters ....... Guida a azionario .................. Chain degli indici italiani

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below