24 settembre 2013 / 11:33 / tra 4 anni

Borsa Milano in rialzo, bene Telecom, forte Mediobanca

MILANO, 24 settembre (Reuters) - Piazza affari procede positiva da un lato sostenuta dalle notizie di M&A nel settore telefonico anche se frenata dai dati tedeschi sulla fiducia delle imprese, relativamente deludenti.

I riflettori restano puntati su Telecom Italia dopo l‘accordo raggiunto con gli spagnoli di Telefonica per la cessione delle quote della controllante Telco.

Sul fronte macro la fiducia delle imprese tedesche a settembre è risultata inferiore alle attese, ma in leggero rialzo rispetto al mese precedente a 107,7 da 107,6 di agosto.

“Oggi la borsa è monopolizzata dal tema Telecom con riflessi anche sulle banche coinvolte”, dice un trader.

“Per il resto è una mercato con una scarsissima volatilità e volumi bassi. Sembra che gli investitori non siano convinti di questo rialzo. Abbiamo raggiunto quota 18.000 punti ma si fa fatica ad andare oltre”, aggiunge.

Alle 13,25 il FTSE Mib sale dello 0,78%, mentre il FTSE All Share avanza dello dello a0,69%. Volumi per 1,1 miliardi di euro circa.

Il futures sul FTSE Mib è in rialzo sulle resistenza di 18.000 punti.

* Telecom Italia, volatile, sale del 2,8% in un mercato che sta ragionando sul complesso accordo fra i soci italiani di Telco e Telefonica che consente all‘operatore spagnolo di rafforzare la propria partecipazione nella holding di controllo dell‘ex monopolista e ai suoi partner di uscire dall‘investimento.

Tra gli azionisti italiani di Telco, MEDIOBANCA festeggia con un balzo di circa 3,5% la plusvalenza di circa 60 milioni che realizzerà nell‘ambito dell‘operazione, in particolare in seguito al parziale acquisto del prestito soci da parte di Telefonica. [ID: nL5N0HK0TZ]

GEENERALI che, nell‘ambito dell‘operazione, svaluterà la quota Telco per 65 milioni, guadagna l‘1,67%.

Più indietro INTESA SANPAOLO, in rialzo dello 0,53%.

* Guadagni nel risparmio gestito con AZIMUT a +2,6% dopo che Citigroup ha avviato la copertura con “Buy”, insieme a BANCA GENERALI, che sale dell‘1,75%.

* AL contrario TENARIS (-0,8%) soffre della bocciatura a “sell” da parte di Ubs. In generale tutto il comparto petrolifero è debole.

* Tornando ai finanziari bene FONSAI (+3%) e UNIPOL (+2,3%). Con la convocazione di tutte le assemblee straordinarie a fine ottobre si avvicina la conclusione del lungo processo di integrazione che porterà alla nascita del secondo gruppo assicurativo in Italia.

* Tra gli industriali acquisti su FIAT INDUSTRIAL in rialzo del 245% a 9,82 euro, ai massimi da maggio del 2011.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below