6 giugno 2013 / 13:42 / tra 4 anni

Borsa Milano estende ribasso all'1,5% dopo parole Draghi, Mps -6%

MILANO, 6 giugno (Reuters) - Piazza Affari ha esteso il ribasso fino all‘1,5% per poi risalire leggermente e assestarsi sopra i minimi di seduta mentre il governatore della Bce Mario Draghi prosegue il suo discorso dopo il consiglio odierno che ha lasciato i tassi invariati.

Draghi ha dichiarato che un‘ampia maggioranza del consiglio ritiene che la situazione non sia mutata a sufficienza da rendere necessario un intervento. Poco prima aveva dichiarato che per ora non ritiene necessario portare i tassi dei depositi in negativo, misura che potrebbe far ripartire il credito alle imprese.

Aiuta anche la rottura da parte del futures del supporto a 16.900 punti che ha ampliato il ribasso di altri 200 punti, spiega un trader.

David Madden, analista di IG, invece sottolinea la cautela espressa da Draghi nei confronti di chi appare troppo ottimista sulle condizioni di mercato attuali. “Qualsiasi commento su un outlook negativo per la zona euro porterà i trader a portar via soldi dal tavolo”, spiega.

L‘indice FTSE Mib perde l‘1,55%, l‘Allshare l‘1,43%. Peggiorano tutte le banche con UNICREDIT che perde quasi il 3,5%, MONTE PASCHI il 6%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below