24 maggio 2013 / 11:13 / 5 anni fa

Borsa Milano gira in negativo in scia Europa, giù Telecom

MILANO, 24 maggio (Reuters) - Verso fine mattinata si sgonfia il tentativo iniziale di rimbalzo di Piazza Affari, che si allinea alla debolezza delle altre borse europee in un clima di nervosimo alimentato dai timori che la fase di politica monetaria Usa ultra espansiva si stia avvicinando alla fine.

Qualche notizia positiva in mattinata è arrivata dai dati tedeschi, con la fiducia delle imprese della Germania tornata a salire a maggio dopo due mesi di calo, ma non è bastata a sostenere la ripresa dei listini dopo le pesanti vendite di ieri. “I buoni segnali in arrivo dalla Germania non sembrano allontanare lo spettro della recessione nei prossimi mesi. Molto dipenderà dalle misure di crescita che Bce e Ue spiegheranno per far fronte alla contrazione che sta caratterizzando le economie periferiche”, commenta in una nota Vincenzo Longo, market strategist di IG.

Intorno alle 13,00 il FTSE MIb cede lo 0,44% dopo aver chiuso ieri in calo del 3%, l‘Allshare scende dello 0,5%. Il derivato sul FTSE Mib ha rotto al ribasso la soglia dei 17.000 punti. I volumi si attestano intorno a 1,6 miliardi di euro.

In Europa il benchmark FTSEurofirst 300 arretra dello 0,5% circa e a Wall Street i futures sono tutti negativi.

* Si sgonfia ma resta positiva GENERALI grazie alla promozione a “overweight” da “neutral” da parte di JP Morgan che ha alzato il target price a 17,4 da 14 euro.

* Tra i bancari MEDIOBANCA si accoda al buon andamento della partecipata triestrina e guadagna lo 0,3%. Bene anche POP MILANO in rialzo dello 0,6%. L‘indice delle banche italiane, ieri in profondo rosso, cede lo 0,7% contro il -1,3% del settore in Europa.

* Tra i titoli positivi si segnala anche ENEL. I broker sottolineano le indiscrezioni stampa secondo cui il governo argentino avrebbe riconosciuto i crediti delle imprese elettriche. “La notizia è sicuramente positiva, soprattutto in considerazione del nuovo approccio da parte del governo argentino che sembra promettere nuova ed effettiva convenienza per gli investimenti effettuati nel Paese”, commenta in una nota Icbpi.

* TELECOM ITALIA in ribasso di quasi il 3%, dopo il rinvio del cda sullo scorporo della rete fissa, che aprirebbe la strada a un accordo per l‘ingresso nel capitale del gruppo cinese Hutchison Whampoa. Ieri il consiglio ha deciso di spostare la decisione al 30 maggio. Secondo Banca Akros, l‘operazione è complessa e sotto certi aspetti controversa, ma rimane “l‘alternativa migliore, anche se non ottimale, allo scenario attuale”.

* FIAT cede l‘1,5% ma fa meglio del comparto europeo, il peggiore a livello settoriale con un -2%.

* Fuori dal paniere principale si distingue il balzo di AEDES, in asta di volatilità dopoaver segnato un ultimo prezzo in rialzo di oltre il 20%. Secondo indiscrezioni stampa gli azionisti di riferimento Amenduni sono in cerca di soci per il rilancio della società.

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below