9 marzo 2012 / 16:54 / 6 anni fa

Borsa Milano chiude in calo con banche, balza Lottomatica

MILANO, 9 marzo (Reuters) - La borsa milanese, la peggiore in Europa, chiude l‘ultima seduta della settimana in calo in un mercato che sfrutta la notizia, già incorporata nei prezzi, sull‘accordo del debito greco con i creditori privati per passare ai realizzi soprattutto nel settore bancario dopo gli ultimi rialzi.

A sostenere il listino milanese sopra i minimi di seduta sono i dati sul mercato del lavoro americano migliori delle attese pubblicati nel primo pomeriggio. La borsa è in leggera correzione rispetto ai massimi dell‘anno toccati a inizio settimana ma con movimenti che rimangono all‘interno di un trend di stabilizzazione.

Gli investitori approfittano del momento per tarare le loro posizioni e concentrarsi su singoli temi legati soprattuto ai risultati.

“L‘accordo sullo swap del debito greco era atteso e non è stato particolarmente rilevante sull‘andamento della borsa oggi”, dice un‘operatrice che sottolinea invece i buoni dati sugli occupati americani.

“Non sono stati fortissimi ma comunque dimostrano un continuo miglioramento dell‘economia americana”, commenta

In Usa sono stati creati il mese scorso 227.000 nuovi posti di lavoro, mentre il tasso di disoccupazione resta stabile a 8,3%, sui livelli di gennaio. Si tratta del terzo mese consecutivo di incremento nel numero degli occupati Usa.

L‘indice FTSE Mib scende dell‘1,11%, l‘AllShare dello 0,73%, con volumi poco sopra 2,3 miliardi di euro. L‘indice europeo FTSEurofirst 300 sale dello 0,54%.

* Sulle performance degli indici milanesi pesano i cali dei bancari con lo Stoxx di settore europeo giù dello 0,3%. Le prese di beneficio colpiscono tutti i big del settore: MPS perde il 5,2%, BANCO POPOLARE il 3,8%, POP MILANO il 3,6%, UNICREDIT il 3% e INTESA SANPAOLO il 2,9%.

* La peggiore del listino è DIASORIN che perde il 7,8% dopo che i risultati 2011 hanno evidenziato fatturato e margini in crescita, ma inferiori alle attese, e un incremento del dividendo. Le indicazioni sulle vendite di quest‘anno hanno tuttavia affossato il titolo della società di diagnostica.

* Sul fronte opposto regina della seduta è LOTTOMATICA che balza del 5,3% dopo il consistente utile 2011 e il miglioramento delle stime per 2012 e 2013 annunciati ieri a mercati chiusi. Oggi i commenti positivi dei broker.

* ATLANTIA cede l‘1,8% dopo i risultati del 2011. Il gruppo autostradale prevede per il 2012 un risultato operativo in “sostanziale tenuta” anche se sull‘andamento dell‘anno potrà influire in maniera rilevante la dinamica del traffico che risentirà dell‘andamento dei consumi, del prezzo dei carburanti e della produzione industriale.

* Prosegue il recupero di FINMECCANICA dopo i recenti ribassi.

* STM sale del 2,5% circa nonostante Texas Instruments abbia tagliato questa notte i target sul primo trimestre; un analista conferma il giudizio positivo su STM e le aspettative di una prosecuzione della ripresa dell‘intero settore.

*Prosegue la debolezza di ENEL già ieri sotto pressione dopo la revisione al ribasso dei target del piano al 2016.

* Sempre nell‘energia A2A cede oltre due punti percentuali dopo che l‘assessore al Bilancio del Comune di Milano, Bruno Tabacci, ha escluso la cedola per il 2012.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below