28 febbraio 2012 / 16:53 / 6 anni fa

Borsa Milano chiude in lieve rialzo su dati macro Usa, brilla Stm

MILANO, 28 febbraio (Reuters) - Piazza Affari ha chiuso in lieve rialzo sulla scia dei dati macroeconomici americani, con gli investitori in attesa di conoscere l‘esito dell‘operazione di rifinanziamento di lungo termine che la Bce terrà domani.

“Il mercato è in attesa del dato che emergerà dall‘operazione di rifinanziamento di domani ed è stato mosso in negativo e in positivo dai dati macro americani”, spiega un trader.

La borsa milanese, così come le altre piazze europee, è passata più decisamente in negativo nel primo pomeriggio dopo il dato sui beni durevoli Usa, peggiore delle attese.

Il FTSE Mib ha poi annullato le perdite sulla scia dei dati sulla fiducia dei consumatori Usa, che a febbraio è cresciuta più di quanto previsto dagli economisti.

Il principale indice italiano ha chiuso in rialzo dello 0,23%, in sintonia con l‘indice benchmark europeo FTSEurofirst, mentre l‘Allshare ha guadagnato lo 0,1%. Volumi per un controvalore di quasi 1,9 miliardi di euro.

* STM ha messo a segno un balzo del 7% sulla scia del contratto ottenuto dalla joint-venture ST-Ericsson con Samsung. Per dettagli

* Misti i bancari. Negativi INTESA (-0,67%) e BANCO POPOLARE (-0,44%). MPS ha registrato i maggiori guadagni con un rialzo del 2,83%. UNICREDIT è avanzata dello 0,95%. Lo stoxx europeo del settore indica +0,38%.

* Positiva IMPREGILO (+1,87%). Un trader cita l‘avvicinarsi della soluzione sul termovalorizzatore di Acerra

* Buon rialzo anche per BUZZI.

* MEDIASET (-2,15%) ha terminato la seduta in deciso calo mentre si accumulano gli studi degli analisti sui conti 2011 in cui si paventa, tra l‘altro, un drastico calo del dividendo. “E’ in corso una revisione al ribasso del consensus e questo è destinato a pesare sul titolo”, dice un analista.

* PREMAFIN ha ceduto il 12,52%. “Ormai si è capito che si va nella direzione del progetto Unipol, l‘appeal speculativo viene meno”, commenta un trader. La contro-offerta Palladio-Sator perde in effetti sempre più probabilità di essere accettata anche alla luce della scadenza ravvicinata e delle condizioni poste. FONSAI ha perso il 4%, MILANO ASSICURAZIONI il 4,74%, UNIPOL il 2,75%.

* FINMECCANICA ha chiuso in calo dell‘1,4%, zavorrata, secondo un trader, dalle indiscrezioni stampa su un bilancio 2011 con perdite stimate in circa 2 miliardi di euro per le grandi pulizie decise dai nuovi vertici. Un portavoce del gruppo ha detto che “l‘azienda non commenta indiscrezioni di stampa”.

* Tra i più piccoli POP ETRURIA ha guadagnato il 3,84% dopo aver annunciato per il 2011 un utile netto di 28 milioni, un dividendo di 0,0375 euro e il piano 2012-2014.

* Ha chiuso in forte rialzo anche AEFFE (+7,9%), che oggi ha incassato la conferma del giudizio ‘outperform’ e il miglioramento di target price a 1,07 da 0,69 euro da parte di Mediobanca.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below