24 novembre 2011 / 16:49 / 6 anni fa

Borsa Milano chiude invariata, bene UniCredit e Fiat, giù Eni

MILANO, 24 novembre (Reuters) - E’ durata mezza giornata l‘illusione di tornare a vedere un rally a Piazza Affari.

L‘ottimismo degli investitori, che aveva guidato il rimbalzo mattutino, secondo l‘interpretazione dei trader, si è schiantato sulle parole del cancelliere tedesco, Angela Merkel, che non ha manifestato le auspicate aperture ad un cambiamento del ruolo della Bce, al fine di affrontare la crisi del debito.

La chiusura di Wall Street, conseguenza della festività del Thanksgiving, non ha consentito a Milano e alle altre borse europee di trovare oltre Atlantico motivi di ottimismo.

Peraltro, dopo essere arrivato a perdere oltre un punto percentuale, mettendosi alle spalle il rialzo di oltre il 2% registrato in mattinata, il listino di Milano ha recuperato terreno nel finale, terminando sostanzialmente invariato.

In chiusura, l‘indice FTSE Mib ha guadagnato lo 0,03%, restando sotto quota 14.000 punti (13.920,58 punti la chiusura, 13.736,12 punti il minimo intraday); l‘indice si trova sui minimi dal 26 settembre scorso, giorno in cui si verificò il rimbalzo che l‘aveva riportato sopra 14.000 punti, soglia inviolata sino a ieri.

L‘AllShare è arretrato dello 0,08%, mentre il Mid Cap è salito dello 0,04%.

Volumi per un controvalore di circa 1,5 miliardi di euro.

* Le banche hanno guidato il rimbalzo della prima parte della seduta, spegnendosi progressivamente, salvo fare uno scatto di reni nel finale. UNICREDIT si è mantenuta tonica (+2,81%). Positiva anche INTESA SANPAOLO (+1,48%), nella giornata dell‘ufficializzazione del nome di Enrico Cucchiani alla guida dell‘istituto.

* Di tutt‘altro tenore le performance di POPOLARE MILANO (-1,98%), POPOLARE EMILIA ROMAGNA (-2,55%), MONTEPASCHI (-2,41%) e BANCO POPOLARE (-1,66%)

* MEDIOBANCA ha lasciato sul terreno lo 0,32%: una fonte della Fondazione Mps ha confermato a Reuters di aver iniziato nei giorni scorsi la vendita progressiva della partecipazione in Piazzetta Cuccia.

* Dopo lo scivolone di ieri, MEDIOLANUM ha recuperato il 3,8%. Nel comparto del risparmio gestito, AZIMUT a picco (-3,44%).

* Volgendo lo sguardo agli assicurativi, FONDIARIA-SAI è salita dell‘1,68%: un portavoce ha smentito le indiscrezioni di stampa su un progetto di cessione di MILANO ASSICURAZIONI (-0,49%). Nel settore, GENERALI ha registrato una flessione dell‘1,13%.

* Pesanti gli energetici, che, dicono i trader, risentono del rallentamento dell‘economia mondiale, evidenziato da diversi indicatori. Tra le utilities, A2A ha ceduto il 2,93%: Citigroup ha avviato la copertura del titolo con ‘sell’. Deboli ENEL (-1,18%) ed ENEL GREEN POWER (-1,77%).

* Petroliferi misti: ENI è arretrata dell‘1,36%, mentre SAIPEM è salita dell‘1,84%.

* In denaro FINMECCANICA (+2,06%): il mercato, secondo un operatore, ha apprezzato la prospettiva di un imminente ritiro delle deleghe del presidente Pier Francesco Guarguaglini, nonostante lo stesso abbia chiarito, in un‘intervista al Fatto, che nessuno gli ha chiesto di lasciare. Con una nota pubblicata a borsa chiusa, Finmeccanica ha annunciato la convocazione di un Cda per l‘1 dicembre, con all‘ordine del giorno la revisione delle deleghe.

* Ricoperture su LOTTOMATICA (+2,37%) e MEDIASET (+2,34%).

* Bene l‘automotive, in linea con l‘Europa (+1,38%). FIAT INDUSTRIAL (+3,6%), secondo un operatore, ha beneficiato anche delle indicazioni per il mercato dei macchinari agricoli fornite ieri dal numero uno del settore, Deere & Co. FIAT è avanzata del 4,29% ed EXOR dell‘1,15%.

* Tra le small e mid cap, non si arresta il tracollo di CAPE LIVE (-18,21%), cominciato in settimana, quando è stato comunicata la prospettiva di un ricorso al concordato preventivo.

* Alla vigilia della chiusura dell‘aumento di capitale per massimi 15 milioni, ZUCCHI è balzata del 21,12%.

** AZIONARIO ITALIANO ** I prezzi delle azioni trattate sul mercato telematico italiano possono essere visualizzati con un doppio click sui seguenti codici ........

Segmento Blue Chip .................. Segmento Standard Classe 1 .......... Segmento Standard Classe 2 ..........

Market statistics................................ 20 maggiori rialzi (in percentuale).............. 20 maggiori ribassi (in percentuale).............

Indice FTSE IT Allshare Indice FTSE Mib....... Indice FTSE Italia Star Indice FTSE Italia Mid Cap... Indice FTSE Italia Small Cap Indice FTSE Italia Micro Cap. Guida per azionario Italia....

** DERIVATI DI BORSA ** Futures su FTSE Mib..........<0#IFS:> Mini FTSE Mib.................<0#IFM:> Guida a futures e opzioni.... Guida a opzioni..............

** BORSE EUROPEE ** Commento su titoli europei ........ Speed guide borse europee.......... Indici pan europei ........ Dati analitici paneuropei... Indice FTSEurofirst 300.......... Indice Stoxx..................... Indice Eurostoxx................. Maggiori rialzi/ribassi settori Stoxx ........ Maggiori rialzi/ribassi settori Eurostoxx..... 10 maggiori rialzi/ribassi titoli Stoxx....... 10 maggiori rialzi/ribassi titoli Euro Stoxx.. 25 maggiori rialzi europei......... 25 maggiori ribassi europei........ 25 titoli più attivi in valore ....

Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02 66129709, Reuters messaging: massimo.gaia.reuters.com@reuters.net Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below