18 novembre 2011 / 16:59 / tra 6 anni

Borsa Milano positiva malgrado Europa, Pop Milano -7% sotto prezzo aumento

MILANO, 18 novembre (Reuters) - Piazza Affari chiude con il segno positivo sull‘aspettativa che il Governo Monti riesca a mettere in atto le riforme per far ripartire il paese e nonostante in Europa si continui a temere uno stallo generale dopo i segnali divergenti lanciati dai leader di Gran Bretagna e Germania su come risolvere la crisi del debito.

L‘indice FTSE MIb ha chiuso a +0,23%, l‘Allshare a +0,14% con volumi per 1,5 miliardi di euro. Ribassi dell‘1,11% per Londra, dello 0,44% per Parigi e dello 0,85% per Francoforte.

In una conferenza stampa, inoltre, il premier britannico David Cameron e il cancelliere tedesco Angela Merkel hanno ammesso di non aver fatto alcun progresso sul tema della tassazione europea delle transazioni finanziarie. Per dettagli

Piazza Affari tuttavia si discosta dalle altre borse “proprio perché ci sono delle condizioni che stanno mutando in Italia, vale a dire le condizioni di fiducia nel nuovo governo e le aspettative di saper riprendere in mano una situazione stava andando fuori controllo”, spiega Massimiliano Storti di MC Gestioni sgr.

Il Governo Monti - secondo Storti - “ha il presupposto necessario per poter effettuare quello che si doveva fare da tempo: verrà sostenuto da tutti gli schieramenti per fare interventi impopolari perché se tutti appoggeranno quelle leggi nessuno ne sarà davvero responsabile”.

“Questo più che nelle borse lo si vede se si guarda allo spread (474 punti) e all‘andamento del Btp decennale che ha superato il 7% l‘altro giorno. Vederlo ora al 6,7% vuol dire che il trend del tasso, che era di forte impennata, si è invertito”, aggiunge Storti.

* Tra i singoli titoli spicca lo scivolone di POP MILANO che ha perso il 6,95% ed è scesa sotto il prezzo di sottoscrizione dell‘aumento di 0,30 euro. Un trader riporta timori sull‘esito dell‘operazione di ricapitalizzazione che si chiude oggi. Un altro spiega che chi aveva già sottoscritto l‘aumento, vende le azioni in quanto il prezzo è sotto la soglia di 0,30. Lettera anche su MEDIOBANCA, capofila del consorzio di garanzia dell‘aumento.

* Positive le altre banche come UBI BANCA, UNICREDIT, INTESA.

* Debole TELECOM IT dopo le dichiarazioni di ieri su un mercato in lieve calo nel 2012, con buona parte degli analisti che stima un impatto neutrale della decisione di ieri dell‘Authority per le tlc sull‘anticipo del calo delle tariffe della terminazione mobile.

* Tra i maggiori rialzi del listino si segnala il +3% circa di CAMPARI che rimbalza dopo gli ultimi forti cali seguiti alla deludente trimestrale. Secondo il broker Berenberg, che ha alzato il giudizio a “buy” da “hold” (ma ha ridotto il target price a 5,80 da 6 euro) le quotazioni attuali rappresentano una buona occasione per entrare sul titolo.

* Sul fronte opposto non si fermano le vendite su FINMECCANICA.

* AUTOGRILL cede l‘1,5% dopo la bocciatura di Natixis a “neutral” da “buy”.

* Fuori dal paniere principale SAFILO balza di oltre 6% dopo l‘annuncio di un‘intesa per l‘acquisto di Polaroid Eyewear.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below