3 novembre 2011 / 08:19 / tra 6 anni

Borsa milano, indici in netto calo, giu' banche su timori Grecia

MILANO , 3 novembre (Reuters) - Avvio in forte ribasso a Piazza Affari con le banche sempre sotto pressione, penalizzate dai nuovi timori sulla crisi del debito nella zona euro e in particolare su quanto potrebbe succedere nel caso in cui i greci votassero no al referendum sul nuovo pacchetto di aiuti indetto dal primo ministro. Sull‘Italia poi pesano le difficoltà del governo nel dare risposte alla crisi di fiducia con lo spread fra i Btp e i bund salito a nuovi massimi.

Dopo i primi scambi Il FTSE Mib recupera qualcoda dai minimi e cede il 2,09%, l‘Allshare arretra del 2,04%.

“Quella odierna potrebbe essere un‘altra giornata di passione per i mercati. E non escluderei un ulteriore forte balzo dello spread. La pressione non molla. Peraltro è evidente che relativamente all‘Italia il problema numero uno è legato al fatto che all‘inerzia del governo”, osserva un trader.

Molto colpite le banche, più sensibili alla crisi del debito. INTESA SP cede oltre il 5% non essere andata in asta di volatilità in apertura, UNICREDIT perde oltre il 4%, MPS ha toccato un nuovo minimo dell‘anno ed è in asta con un calo teorico di oltre il 6%.

(Giancarlo Navach)

Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02 66129518, Reuters messaging: giancarlo.navach.reuters.com@reuters.net Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below