21 ottobre 2011 / 15:48 / 6 anni fa

Borsa Milano chiude in buon rialzo trainata da banche

MILANO, 21 ottobre (Reuters) - L‘ottimismo sulla possibilità che nei prossimi giorni si facciano progressi verso una soluzione della crisi del debito della zona euro alimenta la corsa delle borse, che dopo gli alti e bassi dei giorni scorsi archiviano l‘ultima seduta della settimana con segno largamente positivo.

Piazza Affari in particolare è aiutata dal peso dei bancari nell‘indice principale, con il settore tonico in tutta Europa sulla speranza che la Ue possa concordare un piano per ricapitalizzare gli istituti sebbene tra Francia e Germania permangano divergenze sulle questioni più ampie relative a come potenziare il fondo salva-stati Efsf.

Notizie positive giungono anche dal fronte obbligazionario con lo spread tra Btp e Bund decennali che oggi si è portato sotto quota 380 punti base, dopo aver toccato in apertura di seduta il picco giornaliero di 408 pb.

Il Ftse Mib , arrivato a guadagnare fino al 3,5%, chiude in rialzo del 2,8%, l‘AllShare sale del 2,42% mentre il Mid Cap guadagna lo 0,99%. Volumi nel finale per circa 2,2 miliardi di euro.

Il benchmark europeo FTSEurofirst 300 avanza del 2,5%, con Parigi in progresso del 2,8% e Francoforte del 3,5%. A Wall Street gli indici sono abbondantemente positivi.

* Tra i bancari brillano le due big UNICREDIT e INTESA SANPAOLO con progressi nell‘ordine del 6,5% ma anche MPS e BANCO POPOLARE tengono il passo. In controtendenza nelle ultime battute POPOLARE MILANO , in calo dello 0,3% in attesa dell‘assemblea di domani che eleggerà i nuovi organi sociali. Il DJ Stoxx dei bancari avanza del 3,7%.

* Rimbalza PRYSMIAN , +4,8%, penalizzata ieri da un downgrade di Goldman. Bene anche FIAT che avanza di quasi il 5% in sintonia con il comparto europeo .

* Denaro su MEDIASET che guadagna il 5% circa. Sale del 3,8% LUXOTTICA , che rende nota la trimestrale lunedì.

* ENEL resta un passo indietro (+0,7%) soffrendo per il declassamento di Citigroup a “sell”. Ieri inoltre, secondo il Sole 24 ore, il cda si sarebbe riunito a Madrid e l‘AD Fulvio Conti avrebbe lasciato intendere che l‘utile lordo 2011 dovrebbe essere in linea con quello del 2010. “A prima vista questa affermazione è leggermente più cauta delle nostre stime che puntano a una crescita dell‘utile lordo del 10%”, si legge in un report di Mediobanca.

* Venduta la controllata ENEL GREEN POWER , di cui Citi ha limato il target price a 1,55 da 1,6 euro.

* Festeggia viceversa con un +4,5% BUZZI UNICEM , dopo che Goldman Sachs ha promosso il titolo a “neutral” dal precedente “sell”.

* Tra small e mid cap rialzi a due cifre per CHL , PIERREL e RISANAMENTO .

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below