30 settembre 2011 / 10:08 / 6 anni fa

Borsa Milano estende calo intorno a 2% dopo dati inflazione

MILANO, 30 settembre (Reuters) - Peggiora il tono di Piazza Affari dopo un avvio incerto, in linea con le altre borse europee.

I trader, che sottolineano l‘esiguità degli scambi sulla piazza milanese, collegano la maggiore pressione al ribasso ai dati peggiori delle attese sull‘inflazione eurpea, che potrebbe allontanare la prospettiva di un taglio dei tassi di interesse da parte della Bce.

“Il tono è peggiorato dopo i dati sull‘inflazione della zona euro; in effetti il miglioramento dei mercati era legato alle aspettative di una minore attenzione della Bce all‘inflazione a favore del sostegno alla crescita economica, ma se l‘inflazione è al 3% l‘ipotesi di un abbassamento dei tassi si allontana”, dice un operatore.

Intorno alle 12 l‘indice Ftse Mib cede l‘1,9% dopo aver perso più del 2%, l‘AllShare perde l‘1,8%, lo Star l‘1,5%.

Continua a correre POP MILANO (+4% ieri, oggi +3,5%) mentre si susseguono le indiscrezioni circa possibili nuovi soci. Ritracciano le altre banche, con INTESA SANPAOLO in ribasso del 3%; lo Stoxx europeo scende del 3,5% .

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below