9 settembre 2011 / 11:14 / 6 anni fa

Borsa in deciso calo in attesa Wall Street, giù banche, STM

MILANO, 9 settembre (Reuters) - Piazza Affari si presenta in netto calo a fine mattinata in un mercato che inverte nuovamente la marcia dopo il recupero delle ultime due sedute e delude le attese di un proseguimento del rally, anche se i volumi sono bassi.

Pesa il calo dei bancari ma anche di alcuni titoli industriali mentre i trader segnalano una generale debolezza dei mercati sui timori legati alle prospettive dell‘economia americana.

“Mi sarei aspettato un reazione della borsa dopo il calo dell‘avvio. Il recupero visto nelle ultime due giornate potrebbe benissimo continuare ma al momento le speranze sono disattese”, commenta un trader.

Secondo un‘operatrice “i mercati si aspettavano qualcosa di più sul piano di Obama” mirato a dare ossigeno alla crescita e contrastare l‘elevata occupazione.

Alle 12,55 l‘indice FTSE Mib cede l‘1,8, l‘AllShare l‘1,7%, a fronte di un calo dello 0,8 dell‘indice europeo FTSEurofirst 300 .

In discesa i futures italiani con il derivato sul FTSE MIB a settembre in calo del 2%. Negativi anche i futures sugli indici di Wall Street.

* Maglia nera del paniere principale è STM che perde il 4,8% sulla scia delle deboli prospettive sul settore annunciate dall‘americana Texas Instruments .

* Bancari sotto pressione in tutta Europa dopo che Goldman Sachs ha tagliato i target delle banche europee e anche di quelle italiane: UNICREDIT è in calo di quasi il 4%, BANCO POPOLARE del 3,3%, Lo Stoxx europeeo del settore bancario perde oltre due punti percentuali.

In netta controtendenza POP MILANO sale del 2% in un mercato che guarda con interesse al prossimo aumento di capitale e ad eventuale coinvolgimento di nuovi investitori nell‘operazione.

* Tra gli industriali FIAT perde il 3,4% e BUZZI il 3,7%. Su quest‘ultimo pesa la debolezza di tutto il settore delle costruzioni europeo e la bocciatura di Ing a “sell” da “hold” per gli attesi contraccolpi sul business del gruppo derivanti dal calo della domanda.

* Fuori dal FTSE MIB, EDISON balza del 9% sulle speculazioni attorno al riassetto di Foro Bonaparte.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below