5 maggio 2009 / 16:03 / 9 anni fa

Borsa Milano chiude negativa con Wall Street, banche contrastate

MILANO, 4 maggio (Reuters) - Piazza Affari azzera i guadagni dopo l‘apertura fiacca di Wall Street, poi torna a galleggiare tra segno più e segno meno e infine gira in territorio decisamente negativo, in sintonia con le principali piazze europee ad eccezione di quella inglese, che resta tonica.

L‘indice S&P/Mib .SPMIB chiude a -0,5%, come il Mibtel .MIBTEL. Lieve rialzo per l‘AllStars .ALLST +0,2%. Volumi per 3,77 miliardi di euro, nuovo record di scambi da inizio anno, secondo quanto dice Borsa Italiana.

Contrastate a Milano le banche, in attesa dei risultati degli ‘stress test’ Usa che dovrebbero essere annunciati giovedì, e corrono anche le commodities. Realizzi sulle utilities.

“E’ un mercato molto tecnico e gli scambi - che fino all‘apertura di Wall Street erano sottili - hanno poi preso corpo”, dice un operatore.

“La correzione doveva arrivare dopo i movimenti dei giorni scorsi (...) il mercato stentava ad abbassar la testa”, fa eco un‘altra.

* Pomeriggio a due velocità per le banche a Milano: INTESA SAN PAOLO (ISP.MI), volatile, gira in negativo a metà pomeriggio -1,2%) mentre UNICREDIT (CRDI.MI) continua ad avanzare (+1,3%). Buon rialzo +4% per BANCO POPOLARE BAPO.MI e POP MILANO PMII.MI. In Europa il comparto guadagna il 3,5%.

* Scatta in avanti LUXOTTICA (LUX.MI), in attesa dei risultati che verranno annunciati giovedì. “L‘attesa è per numeri non deludenti ma ci sono anche movimenti tecnici”, sminuisce l‘operatore.

* Chiude in calo FIAT FIA.MI, dopo il balzo dell‘8% incassato ieri. Tra le novità di oggi a proposito della possibile acquisizione di Opel, il leader sindacale Klaus Franz ha detto che il matrimonio potrebbe costare fino a 10.000 posti di lavoro. Le auto in Europa guadagnano un modesto 0,4%.

* Rialzo dell‘8% per TELECOM ITALIA MEDIA TCM.MI, che nel primo trimestre ha ridotto il rosso a 16,6 milioni. Negativa, per contro, TELECOM ITALIA (TLIT.MI).

* Gira in negativo CIR (CIRX.MI), che ritraccia dopo i recenti guadagni. Indiscrezioni oggi tornavano a parlare di fondi esteri pronti a investire dopo l‘uscita dalla gestione di Carlo De Benedetti.

* Accelera MONDADORI (MOED.MI), già forte ieri. “Tutti i media, anche in Europa, sono ben comprati. Assistiamo ad una rotazione settoriale, uno squeez tecnico”, spiega l‘operatrice.

* Negativi i titoli legati all‘energia tra cui ENEL (ENEI.MI) e ENI (ENI.MI). Ancora realizzi su PIRELLI PECI.MI dopo la corsa di ieri.

* Tra i titoli a minore capitalizzazione pesante TENARIS (TENR.MI), downgradata da Cassa Lombarda a SELL da HOLD.

* Bene FIERA MILANO (FIMI.MI) (+7%) dopo che il presidente Michele Perini ha promesso “una forte accelerazione” del piano industriale con il Cda di venerdì prossimo. Accelera AMPLIFON (AMPF.MI) (+7%) che ha annunciato un primo trimestre in utile.

* Sospesa più volte al rialzo CELL THERAPEUTICS (CTIC.MI), che oggi ha annunciato di aver avviato le pratiche presso l‘autorità Usa per autorizzazioni legate al Pixantrone.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below