5 agosto 2008 / 16:07 / 9 anni fa

Borsa Milano chiude con rally grazie a banche, cemento, Pirelli

MILANO, 5 agosto (Reuters) - Piazza Affari chiude la seduta con un ampio rimbalzo corroborato dai guadagni di Wall Street e delle borse europee che trovano sollievo dai buoni dati americani e dai ribassi dei prezzi del petrolio.

Al pari delle altre borse continentali il listino milanese beneficia in modo particolare dal deciso recupero dei bancari e dei titoli di altri comparti penalizzati nelle recenti sedute come editoriali e cementieri.

Vola PIRELLI PECI.MI sulla scia dei risultati semestrali in una giornata che ha visto anche un forte rialzo di AUTOGRILL (AGL.MI).

“Il calo del petrolio e delle materie prime sta risvegliando il mercato. Ne approfittano alcuni settori che erano stati penalizzati forse in maniera eccessiva, in primo luogo i bancari che sul nostro listino pesano in modo particolare”, osserva un trader.

L‘indice S&P/Mib .SPMIB chiude con un rialzo del 3,33%, mentre il Mibtel .MIBTEL sale del 2,72%. L‘AllStars .ALLST avanza dell‘1,5%. Volumi in recupero a 3,6 miliardi di euro circa,

* PIRELLI PECI.MI balza del 7,5% dopo una sospensione per eccesso di rialzo sulla scorta di una semestrale giudicata da alcuni operatori superiore alle attese.

In particolare il mercato ha apprezzato l‘andamento del business industriale e la riduzione dell‘indebitamento.

“E’ piaciuto anche l‘outlook 2008 sui pneumatici, in linea con il 2007”, aggiunge un trader ricordando le perdite del titolo negli ultimi mesi.

* Brilla anche AUTOGRILL (AGL.MI) che chiude a +8,6% con uno strappo nel finale e una sospensione al rialzo che trova ben poche spiegazioni nelle sale operative. Un trader si limita ad osservare il recupero del dollaro che “aiuta le società che sono particolarmente esposte” in questa valuta, citando Autogrill e LUXOTTICA (LUX.MI) (+6,5%) * Si conferma il denaro su SEAT PGIT.MI (+6,46% con volumi superiori alla media) grazie ad una serie di ricoperture iniziate dopo che l‘AD Luca Majocchi ha confermato i target 2008.

* Tra i cementieri ITALCEMENTI ITAI.MI rimbalza del 7,5% dopo gli ultimi ribassi alimentati dai deludenti risultati del semestre.

* Tornano a respirare gli editoriali con MEDIASET (MS.MI) a +6,2% e MONDADORI (MOED.MI) a +5,67%. In evidenza anche RCS (RCSM.MI) (+7,5%) alla vigilia della semestrale e in un comparto europeo tonico (Stoxx +3,3%).

* All‘interno di un settore gettonato in tutta Europa (DJ Stoxx .SX7P +5,8%), MEDIOLANUM MED.MI, INTESA SANPAOLO (ISP.MI), UBI BANCA (UBI.MI) e UNICREDIT (CRDI.MI) segnano rialzi intorno al 6%.

* Tra i pochi segni negativi nell‘S&P/Mib si trovano energetici e petroliferi appesantiti dal calo del greggio. SNAM (SRG.MI) cede l‘1,8%, SAIPEM SPMI l‘1,7%. In terreno negativo anche ENI (ENI.MI) (-0,38%).

* Tra le small e mid cap, PIRELLI RE (PCRE.MI) termina in rialzo del 9,7% dopo una prima parte di seduta cedente a causa, spiegano i trader, dei risultati deludenti di ieri e dei dubbi circa il raggiungimento degli obiettivi 2008. L‘AD Carlo Puri Negri ha precisato in conference call che la politica dei dividendi rimarrà invariata a condizione di risultati di bilancio non in calo.

* Acquisti anche sugli industriali INDESIT IND.MI e PIAGGIO (PIA.MI) in rialzo del 9% circa.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below