5 febbraio 2009 / 12:32 / tra 9 anni

Borsa Milano riduce lievemente calo, balzano Impregilo, Tenaris

MILANO, 5 febbraio (Reuters) - Piazza Affari è in lieve recupero dopo le decise perdite dell‘avvio, sostenuta dai guadagni nell‘energia e nelle costruzioni, mentre rimangono sotto pressione i finanziari e Fiat.

Prevalgono le prese di profitto dopo i recenti rialzi, in un mercato cauto e che attende la decisione della Bce sui tassi, mentre la Banca d‘Inghilterra ha annunciato, in linea alla gran parte delle attese, un taglio di mezzo punto percentuale del tasso di riferimento, portandolo all‘1%.

Intonro alle 13,30 l‘indice S&P/Mib .SPMIB segna un calo dello 0,90%, il Mibtel .MIBTEL dello 0,64%, mentre l‘AllStars .ALLST è piatto. Volumi per circa 700 milioni di euro.

Perdite in linea con l‘indice europeo DJ Stoxx 600 , mentre i futures sugli indici di Walll Street preannunciano un avvio di seduta debole.

* Proseguono i realizzi su FIAT FIA.MI (-2%) dopo i forti guadagni registrati nelle ultime due sedute sulle attese per il piano governativo a sostegno dell‘auto che verrà licenziato dal consiglio dei ministri domani. Nelle sale operative viene citata anche una certa delusione per le cifre in circolazione relative alle misure di incentivazione considerate da qualcuno insoddisfacenti.

* Tra i bancari, in calo in tutta Europa (Stoxx -1,9%), stabili in terreno negativo INTESA SANPAOLO (ISP.MI) (-2%) e UNICREDIT (CRDI.MI) (-1%). Credit Suisse ha ridotto i target price sui due gruppi che tuttavia sono considerati importanti partecipazioni nel portafoglio europeo “grazie alle caratteristiche difensive (di Intesa) e a una valutazione interessante (di Unicredit)”.

La banca d‘affari ha ridotto anche gli obiettivi di UBI (UBI.MI), BANCO POPOLARE BAPO.MI e MPS (BMPS.MI). In controtendenza, POP MILANO PMII.MI in rialzo di un punto percentuale.

* Debolezza anche per gli assicurativi e cementieri. Tra questi ultimi ITALCEMENTI ITAI.MI è in calo dello 0,4% sopra i minimi di seduta, dopo i risultati sul fatturato 2008 annunciati ieri a borsa chiusa che hanno evidenziato, relativamente al solo quarto trimestre, un calo del 2,3%. Peggio BUZZI (BZU.MI) in calo del 2,2%.

* Tra i rialzi corre IMPREGILO IPGI.MI, in rialzo del 4,6%. I trader citano una modifica inserita nel decreto milleproroghe che elimina l‘obbligo di mettere a gara tutti i lavori sulle autostrade e l‘inserimento nella short list per una gara autostradale in Qatar. ATLANTIA (ATL.MI) sale dell‘1,65%

* Balza TENARIS TNR.MI a +5%. “Beneficia degli interventi adottati dal governo argentino a sostegno del comparto siderurgico”, spiega un trade.

* Bene LUXOTTICA (LUX.MI) (+2,8%) in attesa dei dati sulle vendite 2008, e PARMALAT (PLT.MI). Riguardo a quest‘ultima un trader cita le voci ricorrenti di un‘integrazione con Granarolo e la scia positiva sui risultati annunciati dal gruppo di Collecchio venerdì scorso.

“Ci sono degli investitori che rientrano sul titolo per fare posizioni”, aggiunge.

* Fuori dal listino principale IT HOLDING ITH.MI in asta di volatilità con un calo teorico di oltre il 14% dopo la corsa della vigilia.

* Realizzi anche su PIAGGIO (PIA.MI) (-2%) dopo i guadagni di ieri sulle attese degli incentivi al settore delle moto. Restando in tema di incentivi, ma nel comparto elettrodomestici, INDESIT IND.MI sale del 2,8%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below