4 agosto 2009 / 16:10 / 8 anni fa

Borsa Milano chiude in leggero rialzo,forte Unicredit,giù Fonsai

MILANO, 4 agosto (Reuters) - Piazza Affari chiude la seduta in territorio positivo grazie al recupero nel pomeriggio innescato dai positivi dati economici americani e dagli acquisti su Unicredit per i buoni risultati trimestrali.

“Il mercato è partito stamattina condizionato da prese di beneficio dopo i recenti guadagni e poi si è rigirato sulla scia dei dati macro Usa e sul rally di Unicredit”, commenta un operatore.

“Il sentiment sull‘azionario è comunque positivo come viene evidenziato anche dalla debolezza dei mercati obbligazionari”, aggiunge.

L‘indice FTSE Mib .FTMIB sale dello 0,25%, il Ftse All Share .FTITLMS è in lieve rialzo dello 0,08%. L‘indice Ftse Mid Cap FTITMC arretra dello 0,52%. Volumi per 2,3 miliardi di euro circa. Ieri, i principali indici di Piazza Affari avevano raggiunto i massimi degli ultimi nove mesi.

A Wall Street gli indici azionari si muovono intorno alla parità recuperando tuttavia terreno rispetto all‘avvio sulla scorta degli incoraggianti dati sul mercato immobiliare di giugno migliori del previsto.

* In evidenza UNICREDIT (CRDI.MI) dopo i dati sul secondo trimestre giudicati positivi e sopra il consensus degli analisti. “I conti sono migliori delle attese. Si temeva che le attività nell‘Est Europa potessero causare maggiori problemi”, commenta un gestore. Il titolo chiude la seduta in rialzo del 3,25% a 2,22 euro dopo aver toccato i massimi annuali a quota 2,26 euro (+4,9%) con scambi intensi, pari a circa due volte la media giornaliera e al 3,1% del capitale.

* Tra poco mossi a deboli gli altri bancari: BANCO POPOLARE BAPO.MI e INTESA SANPAOLO IPS.MI, tra i migliori, chiudono in leggero territorio positivo. Quest‘ultima ha annunciato stamani la cessione del 50% di Findomestic a Bnp Paribas in due tranche. Tra i peggiori del comparto, UBI (UBI.MI) e MEDIOBANCA (MDBI.MI) cedono rispettivamente il 2,1% e l‘1,8%.

* Tra i finanziari spunti negativi sugli assicurativi con FONDIARIA-SAI FOSA.MI in caduta di oltre il 5% dopo i deludenti dati semestrali.

* PRYSMIAN (PRY.MI) perde il 2,65% su prese di beneficio dopo la semestrale di ieri sopra le attese. Alla luce dei conti, Cheuvreux ha portato il titolo a “selected list” da “outperform”, mentre Natixis ha alzato il prezzo obiettivo a 13 euro da 11, con la raccomandazione di “add”.

* Energia a doppia velocità con SNAM (SRG.MI) ed ENEL (ENEI.MI) in rialzo dell‘1,5% e dello 0,65% rispettivamente, mentre è pesante ENI (ENI.MI) (-2%) e risente ancora del taglio della cedola interim annunciata a sorpresa venerdì in un contesto di ritracciamento delle quotazioni petrolifere dopo il recente rally.

Exane ha tagliato del 10% il target price della compagnia a 19 euro con una raccomandazione “neutral”, mentre Rbs ha portato il target a 20 euro da 23,7 euro precedente, con la raccomandazione di “Buy”.

* Bene TELECOM ITALIA (TLIT.MI) (+1,5%) dopo che la controllata brasiliana TIM Participaoes TCSL3.SA ha stimato un miglioramento dei margini nei prossimi trimestri. Nel comparto tlc è sostenuta TISCALI (TIS.MI), in salita del 3,7% circa.

* Nel resto del listino MARIELLA BURANI MBFG.MI affonda dell‘8,6% nonostante il gruppo di moda abbia smentito di essere parte del procedimento penale citato da un articolo di La Repubblica.

Oggi il quotidiano ha scritto che la società sarebbe sotto inchiesta per aggiotaggio e falso in bilancio.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below