4 marzo 2009 / 09:54 / 9 anni fa

Borsa Milano accelera rialzo, balza Fiat, recuperano banche

MILANO, 4 marzo (Reuters) - Il rimbalzo fallito ieri sembra concretizzarsi stamane a Piazza Affari in una giornata che vede le principali borse europee rialzare la testa dopo gli ultimi minini.

Gli operatori sottolineano la scarsità dei volumi e l‘assenza di particolari idee se non quelle legate alla ricerca di occasioni di acquisto e alle raccomandazioni dei broker.

“I rimbalzi veri sono fatti dai volumi scambiati e non vedo movimenti se non con scambi sottili. Probabilmente qualche istituzionale, fondi a parte, media anche per coprire gli impairment sul bilancio”, commenta un operatore.

Alle 10,45 circa l‘indice S&P/Mib .SPMIB è in rialzo dell‘1,98%, il Mibtel .MIBTEL dell‘1,81% mentre l‘AllStar .ALLST avanza dello 0,65%. Volumi per circa 450 milioni di euro.

Il benchmark europeo Stoxx 600 segna un guadagno del 2,2%.

* Tra i principali spunti vola FIAT FIAT.MI in rialzo di oltre il 7% favorito da ricperture, secondo un trader.

* Balza LOTTOMATICA LTO.MI (+4,7%) dopo che Deutsche Bank ha avviato la copertura sul titolo con “buy” e target a 16,5 euro. In una nota la banca sottolinea che la società appartiene a un settore resistente in condizioni difficili di mercato, con caratteristiche difensive.

* Il rimbalzo è favorito dai bancari, reduci da forti cali nelle ultime sedute, e dai petroliferi. Tra i primi INTESA SANPAOLO (ISP.MI) sale del 3,8% e BANCO POPOLARE BAPO.MI dell‘1,7% con Deutsche Bank che ha confermato il giudizio buy” sull‘istituto popolare tagliando il target price a 4,9 euro. Bene anche UNICREDIT (CRDI.MI) (+1,5%)

* Tra gli Oil tonici ENI (ENI.MI) e SAIPEM (SPMI.MI)

* In fondo al paniere principale Impregilo IPGI.MI crolla del 10% sulla scia delle notizie relative alla condanna dei vertici di Cavet, il consorzio controllato per il 75% dalla società di costruzioni.

* Fuori dall‘S&P/Mib pesante ACEA (ACE.MI) (-8%) dopo che l‘AD Andrea Mangoni ha presentato ieri sera al Cda della società le proprie dimissioni, ritenendo “venuto meno il suo rapporto di fiducia con il socio di maggioranza”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below