24 luglio 2008 / 07:56 / 9 anni fa

Borsa Milano in calo ma meglio di Europa grazie a bancari

<p>REUTERS/Brendan McDermid</p>

MILANO (Reuters) - Piazza Affari archivia una seduta in rosso, tirando il fiato dopo la corsa di ieri. Incerto nella prima parte, l‘azionario ha preso la china discendente dopo l‘apertura negativa di Wall Street.

Temi dominanti sono stati i realizzi su Fiat, la caduta di energetici e ciclici industriali, la tenuta dei bancari, che ha consentito a Milano di fare meglio delle altre piazze europee.

In chiusura, l‘indice S&P/Mib ha perso lo 0,61%, il Mibtel l‘1,06% e l‘AllStars lo 0,57%. Volumi per un controvalore di circa 3,5 miliardi di euro.

* Dopo il rally di ieri, FIAT è stata colpita dalle prese di beneficio: -4,89%, con scambi per circa 69 milioni di pezzi, contro una media di 42,206 milioni.

* Buona performance per le banche decisamente meglio dello Stoxx di settore. In particolare, INTESA SANPAOLO ha messo a segno un progresso del 3,34%, con scambi superiori alla media: sono passati di mano 132 milioni di pezzi, contro una media di 73,921 milioni negli ultimi trenta giorni. Un trader attribuisce la corsa a “un report di Ubs in cui si definiscono le banche italiane più sicure rispetto ai concorrenti esteri”. Nel report, messo a disposizione da fonti di mercato, si nota che Ubs ha confermato il rating “buy” su Intesa, pur limando il target price a 5,2 da 5,3 euro. Un altro operatore ricorda che il titolo del gruppo guidato da Passera “nelle scorse settimane aveva perso molto terreno”, mentre un analista ricorda che “negli ultimi dieci giorni ha sottoperformato UniCredit”. Bene anche POP MILANO, +0,58%, MEDIOBANCA, +0,64%, e UNICREDIT, +0,43%.

* Tonica BULGARI: +3,52%. La società attiva nella gioielleria, argomenta un dealer, “sfrutta il buon momento del settore lusso, come provano i dati dei competitor europei”. Ieri PPR ha battuto le stime sul fatturato, mentre due giorni fa HERMES ha riportato una crescita delle vendite del 12,8%. Bulgari comunicherà i risultati del secondo trimestre l‘1 agosto. Secondo quanto riferisce un trader, Citigroup stima una crescita organica dell‘8%.

* In coda al paniere principale si piazza IMPREGILO, -5,57%, in agitazione da un paio di sedute. Un dealer attribuisce la flessione “alla delusione per il mancato sblocco immediato degli asset da parte del tribunale del riesame di Napoli”.

* In lettera gli energetici, colpiti dai ribassi dei prezzi del greggio. SAIPEM ha lasciato sul terreno il 4,5%, nonostante l‘annuncio di un contratto da 1,6 miliardi di euro. TENARIS ha ceduto il 4,84% ed ENI il 2,38%.

* Male le società cementiere, che, secondo gli operatori, risentono della rinnovata sensazione che l‘economia mondiale stia andando in recessione, timori rilanciati dal Beige Book della Fed e dal dato sulle vendite di case esistenti negli Usa. Fra gli atlri, BUZZI UNICEM è arretrata del 3,95% e ITALCEMENTI del 4,48%.

* Tonica TELECOM ITALIA, +1,81%, nella giornata in cui un portavoce ha smentito che il cda dell‘8 agosto discuterà l‘aggiornamento del piano industriale.

* GEOX ha guadagnato l‘1,68%, spinta da una promozione a “buy” di Deutsche Bank.

* Brillante anche SEAT PAGINE GIALLE, +2,04%, “per simpatia con il benchmark di settore, l‘inglese YELL, in volo dopo aver confermato la guidance 2008 su Ebitda”, osserva un trader.

* Fra le small e mid cap, RISANAMENTO è salita del 4,82%, sostenuta dalle voci di vendita dell‘area Santa Giulia.

* OMNIA NETWORK è balzata del 22,73%: ieri, il gruppo ha siglato un accordo con Vrway.

* AS ROMA è scesa del 7,87%, perdendo parte del terreno guadagnato ieri quando pareva che Adrian Mutu fosse destinato a vestire la maglia giallorossa, prospettiva che è stata stroncata dalla volontà della Fiorentina di trattenere il giocatore romeno.

* Debutto con il botto per ENERVIT: +22,55%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below